Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Alchimia Documenti Il Giardino Alchemico

Il Giardino Alchemico

E-mail Stampa PDF

Alchimia | Divino | simboli

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Indice
Il Giardino Alchemico
Il Giardino Alchemico
La Materia della Pietra Filosofale.
Tre Possessori e detentori della Pietra Filosofale
Mercurio un cuore in tutta la realtà mondana
Hermes Trismegisto detto il grande
Un'Ebrea: Maria
Un Greco: Democrito
Un Romano: Morieno
Un Arabo: Avicenna
Un Tedesco: Alberto Magno
Un Francese: Arnoldo da Villanova
Un Italiano: Tommaso d'Aquino
Uno Spagnolo: Raimondo Lullo
Un Inglese: Ruggero Bacone
Un Ungherese: Melchior Cibinensis
Un Polacco: Micaël Sendivogius
Su tutto ciò che si trova in alto
Su tutto ciò che si trova sottoterra e si scava
Su tutto ciò che cresce sulla terra
Su tutto ciò che è animato e dotato di vita
L'Uomo
Tutte le pagine

bosh_tn

Iniziamo la pubblicazione di alcune opere Alchemiche, come esercizio alla comprensione dell'Arte.



Il Giardino Alchemico

delle Delizie.


 

 

 

Da un testo in tedesco antico

di Daniel Stolzius von Stolzenberg


tradotto poeticamente da

Maurizio Carturan e Lidia Novelli


Prefazione


copertina_tn


 

Presentiamo in questo piccolo testo la traduzione in italiano di un estratto di un'opera alchemica, ben più ampia, composta nel 1624 a Francoforte da Daniel Stolzius von Stolzenberg in latino. Nello stesso anno fu tradotta in tedesco da Daniel Meisser e su questa si basa la presente versione. Su Stolzius sappiamo ben poco, oltre al fatto che in quanto medico si recò in Inghilterra e fu in corrispondenza dal 1639 al 1640 con Comenius. Sappiamo con certezza che alla sua opera, specie per quanto riguarda le illustrazioni, contribuirono uomini come Michael Maier e J. Daniel Milius; da più parti infine, il Giardino Alchemico delle Delizie è stato inserito tra le opere pubblicate nel cosiddetto "Rosenkreutzerishen Periodo".

Tramite la pittura possiamo vedere l'Arte, tramite la poesia la possiamo sentire e tramite la matematica la possiamo conoscere. L'accordo di queste tre parti ci si offre come eufonia, come un'armonia musicale, ma di musica oggettiva cioè come consonanza tra fisica e metafisica, risuonatrice del suono come vibrazione universale; e non dimentichiamo che il suono è il respiro, soffio, l'inizio fondamentale della Vita. La tradizione ha sempre messo a disposizione delle tracce per intrepretare correttamente le possibili risonanze; qui noi ne suggeriamo alcune per quello che riguarda il numero dodici. Possiamo sovrapporre l'Astrologia e l'Alchimia con la seguente sequenza: 1. Ariete-Calcinazione, 2. Toro-Congelazione, 3. Gemelli-Fissazione, 4. Cancro-Dissoluzione, 5. Leone-Digestione, 6. Vergine-Distillazione, 7. Bilancia-Sublimazione, 8. Scorpione-Separazione, 9. Sagittario-Incinerazione, 10. Capricorno-Fermentazione, 11. Acquario-Moltiplicazione, 12. Pesci-Proiezione; oppure il ciclo dei 12 nidana buddisti: Ignoranza, Samskara (gli aggregati), Coscienza, Mente e Corpo, I sei organi di Senso, Contatto, Sensazione, Bramosia, Attaccamento, Bhava (venire in essere), Nascita, Vecchiaia e tutte le infelicità. Sta a noi personalmente sviluppare ulteriori connessioni analogiche e stabilire le nostre corrispondenze individuali.

 




La Materia della Pietra Filosofale.

pietra_tn

Intendimi bene la cosa è una

se due, tre siete non importuna.

Ma insiem cogl'altri sii uno solo:

se non lo comprendi non spicchi il volo.

L'unico Drago non pare così forte

pigrizia e frale saran sua morte.

Costui ha, nonostante, all'interno

il pozzo, ricchi doni, del Re governo.

Due son, agili, lesti i Mercuri:

rapidi, fissati ed insieme puri:

Anima, Corpo, Spirito qui uniti:

son Natura ed Arte maestri arditi.

 




Tre Possessori e detentori della Pietra Filosofale.

tre_tn

Qui puoi veder, mio car lettore

tre alti Artisti, dell'Arte splendore.

Della mirabile Opera creatori,

della Pietra rara esaltatori.

Cremerus, solito trovasi in mezzo

e Nortonus a sinistra è avvezzo:

a destra inver troviam Basilio

innalzo lodi al loro ausilio.

Leggi i loro scritti con attenzione

usa l'armi di Vulcan con passione,

se in terra d'Espero vuoi entrar,

le sue dorate mele assaporar.

 



Mercurio un cuore in tutta la realtà mondana.

mercurio_tn

Nutre Mercur l'oca, l'ape, il vitèllo,

il nicchio, la canapa e il filugèllo

unitamente, come io ti favello,

a quel del mondo, ben e gioiello.

O caro uomo, ti prego non seguire

cotal maestri e dal denàr fuggire,

guardàr ti devi da lui e dal suo peso

se il saper dell'Arte hai inteso.

Ricordati del resto che è fugàce

e sol in Dio tu troverai pace:

dappoichè cerca con cuor e letizia

d'Hermes il gran ben, tesor di dovizia.

 

 


Sulle precedenti dispute dei più nobili Alchimisti delle dodici Nazioni.

1. Un Egiziano: Hermes Trismegisto detto il grande.

trismegisto_tn

Mercurio oppure Hermete chiamato

fu Re e nella terra d'Egitto iniziato.

Per sua natura dignità, arte e saggezza

la sua fama pervenne a grande altezza.

Gran miracoli compì col suo volere

e molto col suo Cuor fece sapere

quindi spiegò con sublime saviezza

dell'Arte Alchemica la vasta bellezza.

Sole è Padre nella coppia che s'adùna

cui s'unisce la Madre che è la Luna.

Il terzo che così dirige il giuòco

deve esser (come si conviene) il Fuoco



2. Un'Ebrea: Maria

maria_tn

Maria dell'Ebraica casata

di Mosé sorella fu considerata.

Si rallegra molto di essere stata

pur tra gli alchimisti annoverata

molti segreti nascosti e sagaci

della Pietra per lei eran feraci.

Con le sue parole molto venerate

molte cose buone ci ha rivelate.

Il fumo ama tal esalazione

che anco per lui sente devozione:

l'erba bianza che è sull'alta cima

d'entrambi s'imbeve l'anima per prima.

 

 


3. Un Greco: Democrito.

democrito_tn

Democrito il greco ha suscitate,

con meraviglia, le molte risate,

poichè irrideva la debolezza,

del carattere umano, la fralezza.

In molte terre quest'uom ha sollevato

umore allegro e spensierato:

di certo preparò la possibilità

dalla natura agi e prosperità.

Egli insegna in modo egregio:

il corpo è di vaga ombra fregio;

con fortuna costante qui ammirate

color che dan medicine infuocate.

 

 



4. Un Romano: Morieno.

morieno_tn

Morieno conobbe nel suo profondo

vani il lusso e le gioie del mondo:

dunque andò dopo lungo viaggio

volontario in eremitaggio.

Quest'uomo tutta l'Arte ha spiegato

nei colloqui con Kalid rivelato:

ad ogni inesperto ha indicato

quanto nei tempi è stato celato.

Usa allor la terra che tu calpesti

se con la scala salir alto vorresti,

altrimenti con tutto ciò che resta

ricadrai battendo giù la testa.

 

 



5. Un Arabo: Avicenna.

avicenna_tn

Avicenna dagli avi fu stimato

e come sommo principe chiamato

perchè dell'Arte medica cordiale

ei non aveva in terra eguale.

Di quest'Arte i segreti ha svelati,

alla conoscenza del mondo donati:

nei suoi scritti egli ha stilato

motti e parole fini distillato.

Se unisci un rospo del giardino

all'aquila che vola, sei vicino

a vedere la Reale maestria

della nostra Arte somma vigorìa.

 



6. Un Tedesco: Alberto Magno

alberto_tn

Alberto in ogni dove era noto

detto Magno da chi gli era devoto:

egli era dell'Arte gran studioso

grandemente versato e operoso.

L'Arte egli conosceva sommamente

(senza mire) l'ha descritta rettamente.

Perciò ancor nel mondo vien stimato

e il suo nom in alto vien portato.

Ei dice: questi in un segno son scritti

d'intesa van, ed insiem stan ritti:

se pur hanno essi due sessi diversi

e un corpo doppio non san dolersi.

 




7. Un Francese: Arnoldo da Villanova.

villanova_tn

Mentre Arnoldus a Roma si recava

cònficit l'oro vero cui niùno osava:

e a tutti lo ha dato in visione

per tòr della purezza ogni questione.

Vasta invero era sua disciplina

in astroalchìmia e medicina

e nei suoi scritti possiam vedér

i frutti del suo grande ingegno godér.

Ei dice: il rito d'Iméne tu farai

Cabìrico, o figlio allor sarài

allo stesso modo Béia dovrà fare

dei due le nozze qui possiam miràre.

 



8. Un Italiano: Tommaso d'Aquino.

tommaso_tn

Tommaso d'Aquino ha magnificato

d'un maestro inglese il nome grato:

con le sue lezioni (come rendo noto)

conosciuto fu nel luogo più remoto.

Suo precettore francamente si dice

Alberto Magno esser stato felice:

egli ha dunque attinto con larghezza

dell'Arte Alchimica la sua ricchezza.

Come la natura così anche l'Arte

sàn del Mercurio in specie, son parte

tutti i metalli da lui si torrànno

mischiando con Zolfo Puro senza danno.

 




9. Uno Spagnolo: Raimondo Lullo.

lullo_tn

Raimondo lullo confessò senza timòr

dell'Alchimia esser giunto al fulgòr

con gli insegnamenti e con il favòr

del sommo Arnaldo augusto precettòr.

La sagacia di Protéo fu intuìta

e la guida di Policléto seguita

da lui simile a Dedalo nell'Arte,

ei fece onor alla spagnola parte.

Disse: un'uòm da un lavoro divino

dando alla luce di un bel bambino

il corpo, se insiém (come suol farsi)

può a una bella donna accompagnàrsi.

 



10. Un Inglese: Ruggero Bacone.

bacone_tn

Ruggero Bacone come un viandante

a Monaco andò come insegnante

in pari tempo a Oxford in Albiòn

l'operar per l'Arte fu sua vocaziòn.

Ei davanti 'gli occhi ha rivelato

le meraviglie del mondo con afflàto.

Chi della natura imita il corso

molti prodigi avrà in suo soccorso.

Se il giusto peso saprai vivificàre:

allor tu vedrai negli occhi stèssi

copiosi e regali doni riflèssi.

 

 




11. Un Ungherese: Melchior Cibinensis.

melchior_tn

Melchior Cibinensis era chiamato

nell'ungarica contràda era nato:

benchè del clero egli facesse pàrte

umilmente capiva l'Aurea Arte.

Dicendo messa lui sòl, in ogni cosa

sapeva mostràr la Pietra preziòsa:

anche tu puoi, se non sei egoista

giudicar secondo l'uso dell'Artìsta.

Siccome un delicato fanciullino

sarà nutrito di latte sopraffìno:

anche questa Pietra qual oro zecchìno

sazia sarà di latte adamàntino.

 

 



12. Un Polacco: Micaël Sendivogius.

micael_tn

Quanto questo nome finora taciùto

tanto ora alfin sarà conosciuto:

e uscendo dal buio sarà lodato

grandemente peril suo mèrto gloriato.

Prima celebrò, Praga in Boemìa

sue opere e scritti di Alchimìa:

in dodici volumi ha sviluppato

ciò che all'uòm deve esser spiegato.

Ei rese nòto: Saturno il grève

lui stesso bagnare la terra dève:

perchè Sole e Luna sulle sue zòlle

possan germogliàr aurèe coròlle.

 



Eventi Meteorici: Su tutto ciò che si trova in alto.

meteo_tn

Dal Cielo ausìlio a noi viène

belle tìnte, rugiàda, piòggia, sibbène

come tuòno, gràndine, làmpi, vènto

(di questo la pratica è fondamènto).

In ugual modo della Piètra dell'Arte

innùmeri forme fini fanno pàrte

ovviamente nel sòl vìtreo mòndo

illuminato da splendòr fecòndo.

A paragonare la Pietra tu bàda

alla pioggia del cièl e alla rugiàda

insieme al tuono, lampo e fuòco

ed ai terrìbil venti che fan giuòco.



Sui Minerali.

Su tutto ciò che si trova sottoterra e si scava.

minerali_tn

Quanti sassi alle volte preziòsi

quanti metalli grandi, parvi, ascòsi

sotto terra si trovàn profondamènte

(devon esser cercati devotamènte).

Molti e belli tu ne potrai avere

con la tua abile Arte ottenere.

Se desideri sapèr con serietà

le lor speci, sesso, nascita, proprietà.

Però senza lavòr, fatica e forza

nulla distillerài fuòr dalla scòrza:

il tuo lavoro dovrai applicare

se tu rari beni vuoi procurare.



Sui Vegetali.

Su tutto ciò che cresce sulla terra.

vegetali_tn

Come un giardino caro e bello

di rare, preziose erbe è ostèllo:

in ugual modo questo nostro giardìno

molte forme gènera d'oro zecchìno.

Qui si tròvan i bellissimi giacìnti

i quali ancòr dalle viti sòn cìnti

confùso il papavero alla mèssi

vi fiorìscono ròse ròsse nei prèssi.

Vi nàscono frutti e mele dòrate

rami di gèlso con mòre prelibàte:

rami d'oro: mìrto, alìvo, allòro

lo zafferàno che è un gràn tesòro.



Sugli animali.

Su tutto ciò che è animato e dotato di Vita, cioè sulle creature viventi.

animali_tn

Sui monti e sui piani in ogni dove

errando van bèstie come il bòve:

l'aer ci reca copiòsi augèlli

l'acque d'infiniti pesci sòn modèlli.

Ma se all'Arte noi facciàm ricòrso

troviam Ariete, Toro, Leon e l'Orso:

il Mulo, l'Apro uccisòr d'Adòne

l'Aquila, La Fenìce ed il Pavòne,

la Lince, il Lupo, ed il Cagnolìno

con il Corvo, il Cigno vediàm perfìno:

Balena, Vipera ed altri serpènti

c'invìtan con l'Api ad esser attènti.

 



L'Uomo

uomo_tn

Ciò che in sé raccòglie fa travedère

del Macrocòsmo l'òpra e il potère:

ciò l'uomo per trasfòndere sàper dève

al Microcòsmo che è in lui in brève.

Nell'Euròpa, senza bùrla è la tèsta

L'Africa nùtre il cuòre senza rèsta:

l'addòme nutrìto è dall'Oriènte

mani, piè segnàti sòn dall'Occidènte.

Sconvòlge però senza cèssa la mòrte

l'unità del còrpo umàno sua sòrte:

l'uòmo sarà dùnque sempre passeggièro

còme, fùmo, sòffio e pensièro.

 


 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (LUSTGART2.pdf)LUSTGART2.pdf[Versione stampabile del Giardino Alchemico]1035 Kb

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Giugno 2009 19:33  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma