Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Alchimia Documenti Alchimia L'immaginazione - L'immaginazione cristiana e la sua morte

L'immaginazione - L'immaginazione cristiana e la sua morte

E-mail Stampa PDF

Alchimia | simboli | Spirito

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Indice
L'immaginazione
Il lato oscuro dell'immaginazione
L'addestramento dell'immaginazione
L'immaginazione e l'uso dei simboli
Immaginazione, alchimia e stregoneria
Uno scordato modo di usare l'immaginazione
L'immaginazione cristiana e la sua morte
Significato e significante: una frase di Socrate
La preghiera come purificazione.
Il calore innato
Tutte le pagine

L'immaginazione cristiana e la sua morte

La tradizione cristiana risale al passo dell'Ecclesiastico, a cui nei secoli rimase ferma e imperterrita:

«Il tuo cuore patisce di fantasie come quello d'un'incinta. Salvo siano visite dell'Altissimo, non vi apporre il cuore».

Narra le sue lotte feroci ai sogni da sveglio san Girolamo:

«Ammazza il nemico mentre è piccolo e per evitare un raccolto di erbaccia, spezza il male in germoglio».

FluddEgli era pervaso di insegna­menti ebraici, tutti racchiusi nello Yoma 29 a del Talmud: peggiore del peccato commesso è la fantasia, come più pericoloso è il sole quando l'aria sia ispessita da vapori e un vaso d'aceto puzza di più socchiuso che spalancato.

L'opera suprema dell'antichità sull'argomento è il trattato sui sogni di Sinesio, che pone in cima ad ogni esperienza la conoscenza fantastica di Dio. Arrivarci significa aver spazzato via i demoni la cui natura è immaginaria, le umidità mentali, per cui la mente profetica attinge uno stato caldo e secco.

Questi insegnamenti sono così strettamente parte dell'Occi­dente cristiano ed ebraico, restano talmente ingranati nello spirito generale, che quando Freud fra il 1908 e il 1909 si occuperà del tema, osserverà che i paranoici sono dedití a fantasticaggini auto­commiserative e adulatrici, mentre gli altri nevrotíci giocano con forme ambiziose o erotiche e l'attacco. isterico altro non è che l'irruzione all'esterno delle fantasticherie. La sua conclusione, ancora impeccabile, è che

«la gente felice non fantastica».

Ma in realtà questa dottrina tradizionale risuona in un'Europa contaminata, incapace di comprenderla, aveva spezzato la diga che difendeva la mente dalla fantasticheria

Goethe, è ignorato allorché esalta l'immaginazione capace di cogliere l'essenza vivida e creativa che genera piante, scheletri, ogni organicità nella natura.

Fra mente e corpo media l'immaginazione o fantasia, ma è una mediazione così stretta, che non ci è dato di isolare dalle altre la facoltà immaginativa o fantastica e nemmeno di scinderla dal corpo stesso.

 



Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Febbraio 2011 12:40  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma