Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Lezioni Erboristeria Fitoterapia e Carattere Prima lezione: Aromatologia - Come agisce l'Aromatologia

Prima lezione: Aromatologia - Come agisce l'Aromatologia

E-mail Stampa PDF

emulsio | essenza | profumo

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Indice
Prima lezione: Aromatologia
Gli oli essenziali sono l’anima della pianta
Come agisce l'Aromatologia
Aromi e profumi
L’olfatto è un’attività sensoriale sollecitata dalle essenze
Metodi di estrazione
Tutte le pagine

 

Come agisce l'Aromatologia

Le molecole degli odori si dissolvono nel muco nasale, l’interno del naso è dotato di milioni di recettori, collegati con le fibre nervose che dall’osso etmoide corrono fino alla cavità del cranio, qui, le fibre nervose si uniscono e formano i bulbi olfattivi e i percorsi che portano nel sistema limbico. Il sistema limbico (suscitatore delle emozioni), è stata una delle prime parti del cervello a svilupparsi (in senso evolutivo), ed è quello che controlla i nostri ricordi, gli istinti e le funzioni vitali. L’olfatto quindi è un senso che arriva direttamente al cervello, e che gli fa produrre sostanze chimiche che comunicano con il sistema nervoso per rilassarlo o stimolarlo, queste sostanze agiscono sul corpo anche a livello fisico, ed è per questo che possono essere molto utili per trattate le sofferenze della psiche, ma anche del corpo fisico.

Se noi moderni ricominciassimo a vivere affidandoci alle percezioni del nostro naso e dessimo valore all’olfatto, molte cose sarebbero più facili e più semplici. Formeremmo un altro mondo diverso da quello attuale che è ottico. L’allontanamento dal naso si riflette in un mondo che puzza in molti campi e che, quindi, ci appare puzzolente. Avere naso per qualcosa significa avere intuizioni sicure: sarebbe auspicabile per noi e per il nostro mondo se imparassimo di nuovo a fidarci del naso. Verificheremmo, allora,  che l’aria che respiriamo, spesso, non solo è un’offesa per l’olfatto, ma anche per gli organi della respirazione: il naso altro non è che l’inizio delle vie respiratorie. Suo compito è provvedere alla purificazione dell’aria, facendo in modo che le particelle sporche siano bloccate da peli sottili. Deve poi riscaldare l’aria che entra nelle vie più profonde della respirazione, per cui ha a disposizione un ampio sistema di cavità.
Per rendere l’odorato più acuto è utile anche annusare il basilico, sotto forma di pianta, se possibile, o come essenza.

INALANDO: una piccola quantità di molecole d’olio essenziale, esso può prendere parte allo scambio gassoso tra gli alveoli polmonari e i capillari, così l’ossigeno che viene inspirato viene scambiato con l’anidride carbonica in uscita e le molecole di olio essenziale entrano nel sistema circolatorio del corpo.

A CONTATTO del corpo, magari con il massaggio, i bagni, le saune o le lozioni, le molecole di olio, hanno la facoltà di poter passare attraverso l’epidermide, fino al derma, lo stato della pelle che conferisce elasticità. Essendo ricco capillari, il derma, permette di veicolare l’olio essenziale nel sistema circolatorio.



Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Ottobre 2010 16:22  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma