Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home FotoFlora

L'edificio in stile tardo neoclassico sorge sulle pendici di una collina declinante verso quel tratto di strada che unisce Belgirate a Stresa. Suo primo ideatore e realizzatore fu lo statista Ruggero Bonghi,  il quale nel 1855 acquistò in regione "sabbion grosso" alcuni appezzamenti di terra, dove costruì una piccola villa; nel 1856 comprò anche le terre della tenuta "la Filippina", con annessa una costruzione, ottenendo così una  proprietà enorme. L'anno seguente il  tutto fu acquistato dal Duca di Valleombrosa, il quale ingrandì l'edificio e adibì l'altro caseggiato ad abitazione dei familiari. In un secondo tempo egli sistemò il terreno circostante ed iniziò a piantare varie specie di alberi. Nel 1862 il Duca cedette l'intera proprietà al Marchese Ludovico Pallavicino di Genova, che, a sua volta,  accrebbe  l'estensione del parco e lo sistemò "all'inglese", tracciò viali in modo da collegare l'abitazione sia alla parte alta del giardino sia alla parte  verso il lago ed apportò modifiche anche all'abitazione fino ad ottenere la splendida villa che  ancor oggi possiamo ammirare nelle sue linee tardo neoclassiche. L'impianto architettonico dell'edificio è perfettamente simmetrico, fatta eccezione per i due bow-windows sovrapposti sulla parete orientale, la bassa veranda ad occidente è invece un ampliamento recente. L'edificio è a tre piani con copertura a terrazza caratterizzata da balaustre sormontate da statue secondo un procedimento che ricorda l'architettura palladiana.  Come tutte le ville di lago presenta una facciata particolare, solenne ed austera con un terrazzo che fa da basamento e dal quale dipartono verso il giardino sottostante due scale laterali  monumentali e simmetriche. 
Nel 1954 i Marchesi Pallavicino decisero di trasformare il loro meraviglioso giardino in un parco zoologico aperto al pubblico, tutt'oggi visitato da migliaia di persone: un'area di circa 20 ettari tra viali fioriti, alberi secolari e un meraviglioso giardino botanico, con più di 40 specie animali tra mammiferi e uccelli esotici, che vivono in ampi spazi naturali.