Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home FotoFlora
"Get the Flash Player" "to see this gallery."

La Fiera internazionale del Libro di Torino è la più grande libreria d'Italia

La Fiera è oggi la più grande libreria d'Italia e dell'area culturale del Mediterraneo. Un immenso scaffale nel quale il grande pubblico può incontrare i titoli più belli e curiosi, i volumi introvabili e le ultime novità. Una vetrina dove gli editori piccoli e medi hanno la stessa visibilità dei grandi marchi e dove anche l'editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio. E lo spazio dove i librai antiquari propongono i loro tesori: dagli incunaboli miniati alle prime edizioni rare.

 

Un immenso festival culturale

La Fiera è anche un vivace festival internazionale della cultura, con un programma di oltre mille convegni, appuntamenti, dibattiti, spettacoli e più di 2.000 relatori e ospiti in cinque giorni. Premi Nobel, scrittori, scienziati, filosofi, storici, giornalisti, artisti. Lucide intelligenze del mondo contemporaneo, grandi interrogativi per comprendere le sfide della società in cui viviamo. Un confronto condotto sempre nello spirito del rispetto e del dialogo fra le culture e le idee degli altri.

 

La storia

La Fiera, nasce con il nome di Salone nel 1988 da un'idea di due torinesi: il libraio Angelo Pezzana e l'imprenditore Guido Accornero. Fin dalla prima edizione si caratterizza per un tema annuale, un filo conduttore che unisce i convegni più importanti. A inaugurare il Salone è il poeta russo Josif Brodskij, premio Nobel 1987. Nel 1999 il Salone viene rilevato da Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino e prende il nome di Fiera del Libro. La promozione e il progetto culturale sono affidati alla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Presidente è Rolando Picchioni, che chiama alla direzione editoriale lo scrittore Ernesto Ferrero.

Riguardo ai nostri interessi botanici possiamo poi aggirarci tra gli stands e trovare libri come il seguente...  buona caccia

 

 

Titolo De Historia Stirpium del Fuchs
Autore Fuchs Leonhart
Editore Aboca Museum
Prezzo € 432,00 (Prezzo di copertina € 480,00 Sconto 10%)
Descrizione Riproduzione anastatica dell'erbario "De Historia Stirpium" di Leonhart Fuchs, pubblicato a Basilea dall'Officina Isingriniana, nel 1542. Il volume, rilegato con una preziosa copertina in cartone fasciato in similpelle, da 928 pagine con 517 tavole a colori, si presenta in un cofanetto rigido in similpelle stampato in oro con disegni in rilievo a secco. Il volume è corredato da un esauriente fascicolo introduttivo sulla vita e sull'opera dell'autore.

Riferimento artistico: Il "De Historia Stirpium" di Leonhart Fuchs, è l'erbario più completo ed innovativo della scuola botanica tedesca, in quanto contiene un'approfondita descrizione delle piante medicinali con un nuovo taglio scientifico; infatti ogni scheda è corredata dalle nomenclature,dalla descrizione dell'aspetto, dal luogo di origine e di crescita, ma soprattutto dalle virtù curative con continui riferimenti e confronti con Galeno ed Ippocrate. L'importanza di questa opera è sottolineata dal fatto che è stato tradotto in diverse lingue e prodotto in diversi formati diventando così un manuale di riferimentoanche negli anni a venire. Il testo in latino è corredato da 517 tavole xilografiche (stampate con incisioni su legno) colorate ad acquarello. Dal punto di vista fitografico, viene privilegiato, per la prima volta, l’aspetto generale della pianta con radici, steli, foglie, fiori e frutti al fine di permettere una più sicura identificazione della stessa.

larghezza: 23 cm
altezza: 35 cm
spessore: 6,5 cm
Anno 2008
Disponibilità buona