WADE DAVIS e la BIODIVERSITA'

Sabato 26 Giugno 2010 16:08 Maurizio Ultime
Stampa

antenati | simboli | Spirito

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 ruotasegni_nw

Segui l'intervista, sottotitolata in italiano cliccando sull'immagine nel proseguo dell'articolo...

Wade Davis parla delle civiltà in pericolo

 

 

 

Che cosa significa essere umano e vivo?

Le migliaia di diverse  culture e lingue che esistono sulla Terra hanno una risposta valida e persuasiva  a questa domanda. Wade Davis il famoso antropologo ed atno botanico così ha dichiarato "Siamo una specie di esseri selvaggiamente fantasiosi e creativi, "  , e poi ha dimostrato con i suoi libri e servizi fotografici di saper immergersi profondamente nell'anima dell'umanità attraverso la descrizione della  cultura dei più svariati popoli,  arricchita dei risvolti psichici e del paesaggio che li esprime.

Ha iniziato con polinesiani , descrivendo la loro straordinaria capacità di scoprire le strade d'acqua oceaniche del Pacifico e la più grande diaspora del mondo. Senza scrittura, bussole o altri strumenti conoscono 220 stelle per nome, hanno imparato a leggere la sottile influenza di isole lontane per mezzo di una loro particolare sensibilità alle onde e alle nuvole , e saputo navigare in mare aperto dseguendo la loro intuzione e memoria integrativa. Per tutta la durata di una navigazione oceanica sono ingrado di essere " navigatori senza sonno".

L'Amazzonia, oggi si è traformata da oasi della Vita in un "inferno verde " o " falso paradiso ",  infatti il 20 per cento della sua estensione è già stata trasformato in terreno arabile mentre il restante complesso forestale si sta depauperando anche le forme di Vita stanno diminuendo in ugual misura. Sarà sempre pù raro incontrare popoli come gli Anaconda e assistere a i loro rituali come quello che dura cinque giorni con 250 persone di varie etnie,  che seguendo regole rigorose che prevedono che tutti devono sposarsi però al di fuori la loro lingua. La loro padronanza della botanica è in grado di far loro trovare esattamente la giusta combinazione di sottospecie di piante per preparare l'ayahuasca, un farmaco così potente che un etnobotanico  ha descritto l'effetto che si ottiene, come il far saltare il naso in aria oppure quello che dice uno sciamano "come essere stato sparato dal fucile all'interno di un barile foderato con dipinti barocchi, oppure come precipitare in un mare di energia elettrica".

Nelle Ande gli Incas hanno costruito 8.500 miglia di strade su superfici impossibili infatti le loro terre sono poste quasi prevalentemente in senso verticale e tutto questo solo in un centinaio di anni, e lo stupefacente consiste come i loro discendenti eseguono ancora i tradizionali pellegrinaggi sulle montagne con rituali intensi, in cui la loro cultura si adatta in ogni dettaglio con il panorama .

Durante i quattro anni della sua permanenza in Haiti, Davis ha fatto la scoperta delle sostanze chimiche utilizzate per creare realmente degli zombi, si rese conto come fosse ancora realmete intatta la religione africana e rivivesse nella pratica del voodoo . " I morti devono servire per rendersi manifesti ai vivi " e questo attraverso il rito della possessione. Era questa la sua prima esperienza riguardo "al potere della conoscenza mentale di creare nuove realtà. "

La minaccia per le culture è spesso derivata dalla politica e dalle ideologie, Davis ha notato , ad esempio che quando Mao mormorò all'orecchio del Dalai Lama che " ogni religione è un veleno ", contemporaneamente iniziò a distruggere la cultura tibetana .

Il genio della cultura consiste nella capacità di sopravvivere in condizioni impossibili , Davis conclude. Non possiamo permetterci di perdere nessuna di quelle varietà di conoscenze e di capacità, perché non siamo solo impoveriti senza di esse, ma diventiamo in proporzione molto più vulnerabili e fragili senza di esse.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Giugno 2010 18:28  
Joomla SEO powered by JoomSEF