TRIPHALA PER I DENTI

Venerdì 26 Aprile 2013 17:12 Maurizio Ultime
Stampa

Alimenti | antiossidanti | erboristeria

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

 

Contro la stitichezza, non crea assuefazione, aiuta a rimuovere le tossine dall'intestino, regolarizza il movimento intestinale, mantiene in salute la flora intestinale

TRIPHALA PER GUARIRE LE MALATTIE DENTALI E GENGIVITI
Il TRIPHALA è un integratore a base di 3 piante (Mirobolano chebula, Mirabolano belerico, Mirabolano emblico) che, oltre al ricco apporto di vitamina C, agiscono per contrastare la DISBIOSI (disequilibrio della flora batterica intestinale che causa l'alitosi, paradontosi, indebolimento gengivale, arrestandone il sanguinamento) e aiutano a ristabilire le difese immunitarie e la salute del cavo orale.

 
Coloro che utilizzano il Triphala come collutorio hanno avuto una riduzione media del 17% dei batteri della carie dopo 48 ore, e la riduzione del 44% dopo sette giorni. 
Triphala è particolarmente indicato per le gengive sanguinanti, 2 tavolette di Triphala o 1 cucchiaio di polvere di triphala mescolato con acqua per risciacqui in bocca, come pulizia della bocca contrasta tutte le impurità a carico delle gengive e rafforza i denti.
1 Tavoletta di Triphala o ½ cucchiaino di polvere di Triphala in 200 ml di acqua opportunamente filtrata e utilizzata per il lavaggio degli occhi è molto indicata per migliorare la vista, le infezioni degli occhi, è per essere usato come tonico per gli occhi.

 
L’acqua con aggiunta di Triphala è anche raccomandata per pulire le ferite ed è altamente efficace nel curare le ulcere. 
Il Decotto di Triphala se preso a stomaco vuoto per 1 anno può curare le complicazioni indotte da diabete, ipertensione e impotenza. 
Triphala può essere assunto regolarmente come bio-bilanciatore e per alleviare la costipazione. In generale, è utile per depurare l'organismo dalle tossine, i fumatori hanno un rischio maggiore di sviluppare tutti i tipi di malattia delle gengive, sicuramente aumento della carica batterica in bocca e meno ossigeno nel sangue, fattori che impediscono alle gengive di guarire spontaneamente.

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Ottobre 2013 10:04  
Joomla SEO powered by JoomSEF