Una pianta per il cuore

Martedì 16 Agosto 2016 20:09 Maurizio Ultime
Stampa
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Viene utilizzato come sedativo nei casi di distonia neurovegetativa come ansia e insonnia

Leonurus cardiaca

Nome scientifico: Leonurus cardiaca (Labiatae)

Il suo nome scientifico deriva dalla parola latina "leo" che significa "leone" e dalla parola greca "Oura", che significa "coda". 
Proveniente dall'Asia, la Cardiaca è stata introdotta in Europa dal VII secolo. Dal XVIII secolo, gode di un'ottima reputazione per le sue virtù medicinali, in particolare per il trattamento di disturbi cardiaci di origine nervosa e nell'ipertensione. Al giorno d'oggi è caduta nell'oblio.

Parti utili: Le foglie e fiori.

Descrizione: Pianta perenne 60-120 cm.  Di altezza che emana un odore sgradevole, , e foglie lobate pelose con lunghi piccioli. Ha un colore verde scuro sulla parte superiore delle foglie e bianco sotto. I fiori, che appaiono da luglio a settembre, sono molto pelosi, rosa e viola disposti a spirali che sono distribuite su tutta la lunghezza dello steloa intervalli. Foglie staminali si presentano con un lungo picciolo; la loro forma ricorda nella struttura l'aspetto della mano umana. Hanno fino a sette lobi, anche se le foglie superiori possonoarrivare ad avere un massimo di tre.

Raccolta e l'essiccazione della Cardiaca

Deve essere raccolta durante la stagione di fioritura da giugno a luglio, falciato a 10 cm dal suolo, se si raccoglie al mattino le Risultati immagini per leonurus cardiaca

sommità saranno più ricche di oli essenziali e leonurinina che al pomeriggio, sebbene conterranno un minor numero di glicosidi.

Far seccare in zona ventilata, all'ombra, appesa in grappoli, avendo cura di non superare 35 ° di calore.

Costituenti chimici

Come rimedio familiare è utilizzato per trattare:

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Agosto 2019 16:44  
Joomla SEO powered by JoomSEF