Leggeri come l'aria

Sabato 30 Gennaio 2010 22:31 Maurizio
Stampa

fisiognomica | lezione | registrazione

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

MONGOLFIERA10_nw

L'aria che respiriamo contiene il combustibile di cui ci serviamo in ogni istante della Vita per portare energia a miliardi di cellule.

 

Respirare bene


L'aria che respiriamo contiene il combustibile di cui ci serviamo in ogni istante della Vita per portare energia a miliardi di cellule. Inoltre contiene qualità biochimiche che contribuiscono a ripulire il nostro corpo e rinnovando le cellule nervose e biologiche. Purtroppo, quasi tutti respiriamo in modo automatico, superficiale, senza conoscere l'importanza della respirazione.

Dal momento che viviamo sempre più al chiuso, utilizziamo pochissimo la funzione respiratoria e il risultato è che siamo stanchi, manchiamo di concentrazione e la memoria diminuisce, soffriamo di stress, nervosismo e al volte anche di angoscia e depressione, perché l'irrorazione sanguigna del cervello si è ridotta e il sangue non è più abbastanza carico di ossigeno per eliminare le tossine prodotte dal lavorio cerebrale. Pensiamo a quello che accade in una classe troppo riscaldata: gli studenti si addormentano. Basterà aprire le finestre, ed eccoli rinvigoriti.


Pensiamo anche alle grandi città in cui l'inquinamento impone una riduzione della funzione respiratoria: si osserva un aumento di stress, nervosismo e depressione maggiore di quanto avviene nelle zone di campagna o di montagna, perché l'aria che respiriamo non contiene soltanto ossigeno, ma anche l'energia della Vita, chiamata forza vitale o prana. E' da questa forza vitale che dipendono la nostra salute, la resistenza e il benessere.

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it



MONGOLFIERA9_nw

I vantaggi di una buona respirazione:

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

 


MONGOLFIERA8_nw

Come si fa la respirazione profonda?

Avviene in quattro tempi e può essere praticata in piedi, seduti o sdraiati.

Primo, inspiriamo l'aria attraverso le narici riempiendo la parte inferiore dei polmoni e aprendo il diaframma, poi (secondo) gradualmente, lasciamo che l'aria gonfi la parte superiore del polmone sollevando lievemente le spalle. Qui (terzo) facciamo una prima pausa per contenere l'aria alcuni secondi. Poi (quarto) espiriamo lentamente, il più a lungo possibile, a cominciare dalla parte bassa dell'addome (ce ne accorgiamo perché si affloscia).

A questo punto facciamo una seconda pausa prima di ricominciare con la seconda ispirazione.


Un buon momento per fare queste respirazioni profonde è al mattino, all'aria aperta, rivolti dalla parte dove sorge il sole (verso est), accompagnando le inspirazioni con pensieri e immagini positive. Inspiro pensando o immaginando che la forza, la gioia, l'armonia penetrano dentro di me, andando a nutrire ogni mia cellula.

Mantengo questo stato per alcuni secondi poi, con l'espirazione, penso e immagino che tutti i pensieri di disagio da cui desidero separarmi lascino ogni mia cellula.

Termino questi respiri (di solito ne faccio tre) piena di gratitudine, circondandomi di una bella cupola di luce bianca dalla testa ai piedi, e pensando che soltanto l'amore e la pace possono penetrare e uscire da questa cupola. In questo stesso momento invio pensieri di armonia alle persone che ne hanno bisogno.

Questo esercizio può essere fatto in qualsiasi istante della giornata: l'importante è abituarsi a respirare bene sempre.

Gradualmente, aumentiamo la nostra capacità respiratoria in modo automatico. E' opportuno respirare correttamente prima di dedicarci a una mansione fisica (salire una scala, trasportare oggetti pesanti o lottare contro il freddo d'inverno, prima di intraprendere un compito intellettuale, un esame scritto, rilasciare un'intervista, o in qualsiasi situazione che ci faccia paura o sia per noi stressante.

Queste respirazioni profonde ci conferiscono calma, energia, forza e benessere.

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

 



MONGOLFIERA7_nw

L’aria in cui circolano i pensieri

Il pensiero è la facoltà di conoscere e comprendere gli aspetti generali e universali delle cose.

Il pensiero è presente in ogni fenomeno cosciente: è l'attività che percepisce, elabora ricordi, coordina immagini, astrae, compara, giudica, ragiona.

Il pensiero si eleva al di sopra del mondo delle percezioni per formare schemi generali che sono i concetti; esso afferra relazioni e trasforma il materiale fornito dai ricettori sensoriali in un sistema di giudizi, attraverso un processo di analisi e sintesi (ragionamenti).

La nostra mente lavora in continuazione seguendo degli schemi appresi dall'ambiente circostante, famiglia, scuola, lavoro, amicizie. Spesso però questi schemi causano un pensiero limitante che può condurre anche a degli stati di sofferenza in quanto non offrono degli spunti positivi riguardo alla Vita.

Il Pensiero Positivo nasce come esigenza di modifica e di miglioramento della qualità della Vita che può avvenire in noi attraverso l'osservazione dei nostri pensieri.

Molti avranno visto il film "L'attimo fuggente" e sicuramente ricorderete la scena degli allievi che salgono sopra la cattedra per avere un altro punto di vista. Trovare altri punti di vista significa rendere creativo ogni nostro pensiero e ogni nostro istante.
Per questo motivo molte persone che conoscono il pensiero positivo sono spinte attualmente a denominarlo CREATIVO, primo perché così si esce da una connotazione dualistica positivo-negativo secondo perché si dà al pensiero un'impronta neutra ma non limitante: creativo... creativo di ciò che si ritiene utile ed importante per noi stessi.
Lasciamo aperta la porta alle nostre enormi potenzialità, e ci accorgeremo che la nostra Vita può guarire!

Una volta un amico disse parlando di una sua situazione: Questa è l'unica cosa bella di questo periodo.

Perché non dire: Questa è la prima cosa bella di questo periodo!
Non è mancanza di realismo, è semplicemente lasciare aperta la porta ad altre possibilità... la nostra mente riceverà così un messaggio creativo, apportatore, di nuove opportunità, invece di quello limitante.

Provando solo a cambiare questa frase potremmo comprendere che dietro al concetto: questa è l'unica cosa bella..., si potrebbero nascondere in realtà altre situazioni, altre emozioni, quali ad esempio quella di non meritare altre cose belle!

Cercando in ogni istante di essere coscienti di ciò che si pensa. Possiamo lavorare oltre che sul nostro aspetto mentale anche su quello emozionale, liberandoci così dei vecchi pensieri limitanti e creare in ogni secondo un miracolo nella nostra Vita.


Qui troverai gli strumenti essenziali per conoscere ed approfondire il pensiero positivo - creativo, come:

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

Le affermazioni

MONGOLFIERA6_nwLe Affermazioni uno degli "strumenti" più potenti e conosciuti del Pensiero Positivo

Una volta che conosciamo il potere dei nostri pensieri e delle parole e ora di fare qualcosa per trasformarli, in modo da creare dei benefici nella nostra Vita.

Come possiamo rendere positivo il nostro linguaggio e trasformare i nostri pensieri su schemi più positivi?

La risposta è semplice, facendo le affermazioni. Per fare affermazioni intendo scegliere consapevolmente frasi e termini che ci aiutino a creare qualcosa di positivo nella nostra Vita.
Ogni qualvolta che pensiamo e parliamo, facciamo delle affermazioni.

L'affermazione è il punto di partenza, il primo passo che apre la via al cambiamento. Facendo affermazioni, diciamo all'inconscio che ci stiamo responsabilizzando, che possiamo e vogliamo fare qualcosa per cambiare.

Spesso quando parliamo delle esperienze che viviamo o che vogliamo realizzare noi utilizziamo il NON, e in questo modo ci allontaniamo dall'obiettivo che vogliamo raggiungere. Questo perché l'inconscio non calcola il non. Vi faccio un esempio: Se io dico "non voglio essere più malato/a", non do al corpo una chiara immagine della salute di cui voglio beneficiare. Quindi l'inconscio percepirà unicamente " malato/a".

Invece posso cominciare a dire: "sto cominciando il mio processo di guarigione, mi sento più a mio agio con il mio corpo, ho anche un aspetto più sano". Focalizziamo l'inconscio sulla guarigione, sulla salute e non sulla malattia. Focalizziamo l'attenzione sulla direzione verso la quale siamo diretti, piuttosto che focalizzarci su dove non vogliamo andare.

L'inconscio è molto diretto non ha ne strategie ne obbiettivi da perseguire, fa in sostanza quello che sente; quindi prende tutto molto sul serio, senza senso dell'umorismo. Possiamo paragonare il nostro inconscio ad un fruttivendolo, questo ci dà solo ciò che noi gli chiediamo. Non entreremo mai da un fruttivendolo dicendo: "Non voglio le mele.", bensì chiederemo con chiarezza cosa veramente vogliamo: "Voglio un chilo di pesche".

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

Requisiti per creare delle affermazioni funzionali sono:

Vi faccio un esempio se volessi incrementare la fiducia in me stesso/a, creerò una affermazione tipo:

SI → Ho fiducia nelle mie scelte, ogni cosa che faccio è giusta per me.

Non utilizzerò mai quest'altro tipo di affermazione:

NO → Avrò fiducia nelle mie scelte, senza paura di sbagliare.

Nel secondo tipo di affermazione la mente, l'inconscio riceve il messaggio del FUTURO (avrò); perciò c'è tutto il tempo per farlo... magari domani (e forse mai).
Ed inoltre, farò qualcosa senza paura (sgomento, angoscia, terrore…), perciò l' attenzione (quindi ciò che si realizza, l’applicazione) va alla paura e non alla fiducia.
Ricordate che l'inconscio non calcola le negazioni.

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

MONGOLFIERA4_nw

Usare le affermazioni

Uno dei modi per usare le affermazioni e quello di ripeterle a voi stessi, mentalmente o a voce alta, durante tutta la giornata, ogni volta che vi viene in mente, specialmente subito prima di addormentarvi o subito dopo il risveglio.

Una delle tecniche più potente che io abbia mai sperimentato e quella di prendere una particolare affermazione e scriverla dieci o venti volte di fila, pensando veramente alle parole mentre le scrivete. I risultati che si ottengono praticando questa facile tecnica sono talmente importanti che solo per questo vale la pena di provare.

Componetevi da soli delle canzoni (filastrocche, poesie) semplici, usando delle affermazioni che creano la realtà che voi volete per voi stessi nella vostra Vita, e… andate in giro per casa o per il mondo cantando (recitando) la vostra canzone!!!

Cominciate a includere nelle vostre conversazioni e nei vostri discorsi delle affermazioni, formulando frasi molto concrete, positive che riguardano quello che volete costruire nella vostra Vita.

Un uso molto semplice delle affermazioni consiste nel ripetersi le affermazioni preferite al mattino davanti ad una superficie riflettente.

Affermate davanti allo specchio e guardandovi negli occhi:

IO MI AMO E MI ACCETTO COSI' COME SONO

IO MERITO DI ESSERE AMATO/A

IO SONO UN ESSERE STRAORDINARIO

provate, tutti i giorni per un mese e poi vedrete....

Usate quelle che vi piacciono di più, trascrivetele e mettetele nei posti della casa o del luogo di lavoro in cui le potete vedere più spesso. Leggetele spesso, trascrivetele nei vostri quaderni, magari anche ripetendole più e più volte. Pensatele, esaminatele, fissatele ogni qual volta un pensiero "negativo" vi viene in mente.

E' importante sapere che qualsiasi stimolo, se è ripetuto più volte nel nostro cervello, diventa ben presto un'abitudine o fa scattare un certo automatismo.

A questo proposito, sono stati condotti degli esperimenti sulla creazione dei funzionamenti automatici, per osservare con quale frequenza si deve ripetere, anche grossolanamente, una suggestione prima che questa diventi parte del subconscio.

E' risultato che, dopo ventuno ripetizioni in stato rilassato, qualunque condizionamento impartito correttamente al cervello diventa un procedimento automatico tendente a potenziarsi.

Per questo è importante dichiarare esplicitamente i nostri desideri in maniera chiara, precisa e positiva, se vogliamo creare dei cambiamenti positivi nella nostra Vita.

Le affermazioni sono un meraviglioso strumento per creare la Vita che vogliamo.
Immaginate che ogni volta che pronunciate un affermazione essa si realizzi all'istante, come una magia…Quali magie volete materializzare nella vostra Vita, forza, pensateci!!!

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

Esempi di affermazioni

MONGOLFIERA2Grazie Dio per aver portato un esito positivo nella mia Vita.

Io accetto la Vita come serena e lieta.
Solo il bene si muove verso di me e fluisce in me.

Grazie Dio perché vivo in un posto meraviglioso aiutato dalla natura.
In un ambiente confortevole, tranquillo, calmo, pacifico.

Vivo in armonia con me stesso/a, con l'ambiente e con le persone che mi circondano.
La mia casa è eccezionale. E' veramente un piacere abitarla.

Grazie Dio per questa grandiosa opportunità.
Grazie, veramente grazie.

Grazie Dio per aver fatto scorrere grandi idee dalla mia mente, idee che sono la spiegazione a tutte le situazioni che vivo.

Grazie Dio perché sono permeato/a da una grande pace mentale e fisica e sono consapevole di me stesso/a e degli strumenti di cui mi hai fornito per creare una Vita straordinaria piena di soddisfazione pace e amore.

Lascio andare il desiderio, l’esigenza che è dentro di me e che crea questa situazione.

Lascio andare lo schema mentale che è dentro di me e che crea questa condizione.

Sono pronto/a e disponibile ad accogliere più umorismo nella mia Vita.

Mi perdono per ogni cosa, per tutto. Accolgo l'umorismo nella mia Vita e la rendo più leggera.

Mi piace tutto il mio corpo. Sono splendido/a dalla testa ai piedi, ho un aspetto fantastico, che fortuna avere un corpo sano in cui vivere!!!!

Realizzo uno dopo l'altro tutti i miei sogni e anche di più!!!!!

freedom_nw

 

 

 

Un rimedio per sostenere il riequilibro del respiro in funzione della leggerezza della mente, per favorire il pensiero positivo e la disponibilità all'umorismo.
Per maggiori informazioni e ordini Erboristeria l'Erba Ti Sana. Tel 011.959.72.46. Email iterlibero.it

Le analogie tra mongolfiera e viso

mong_viso2

In questi disegni secondo il metodo analogico
possiamo confrontare un viso umano e con
una raffigurazione simbolica della mongolfiera
mong_viso Possiamo suddividere la mongolfiera nelle sue 3 principali
parti costituenti.
1. L'involucro in cui viene trattenuta l'aria calda e che si
dilata gonfiandosi essa si trova nella parte alta dell'immagine.
2. Il bruciatore che produce il calore necessario alla sua salita e che si trova nella parte mediana
3. Il cesto di materiale resistente, pesante per la zavorra e che può essere abitato dai passeggeri.

Secondo le regole dell'analogia, le tre precedenti parti possono essere confrontate con le tre abituali divisioni del viso (fisiognomica):
la testa sede dell'attività mentale,
il naso al centro in cui avvengono le funzioni ritmiche della respirazione e della circolazione cardiaca
ed infine in basso la bocca ed il mento in relazione con le attività metaboliche.
mong_testa2 La testa è assimilata alle funzioni mentali e razionali, esse sono a seconda del loro sviluppo, lo strumento attraverso il quale ci si può elevare andare verso l'alto, luogo abitato dalle più alte ispirazioni e creazioni dell'uomo.
Guarderemo dunque nei disegni seguenti il volume, la forma e la decorazione per farci una idea di quanto questo settore è importante e sviluppato in un determinato soggetto.
Maggior quantità di aria calda conterrà il pallone della mongolfiera più lungo e alto sarà il volo dell'aerostato.
mong_naso

La parte centrale del volto è il luogo del calore che avvertiamo con il semplice contatto o guardando la traccia di vapore che viene emessa con il respiro quando la temperatura esterna è molto fredda.
È anche il luogo di una attività ritmica espressa dalla cadenza della respirazione, qui dunque possiamo misurare le passioni (calore) e le emozioni (frequenza o intensità del respiro) che sono liberare o bloccate nelle manifestazioni vitali di un determinato soggetto.
Maggiore sarà il calore prodotto dal bruciatore e più agile sarà il volo della mongolfiera e manovrabile il suo percorso.

mong_mento2 Infine nella parte più bassa nel cesto troviamo i materiali che si trovano abitualmente sulla terraferma, il legno del cesto, la terra della zavorra, i metalli e gli altri materiali degli atrezzi e delle imbragature.
Qu trovano alloggio anche i membri dell'equipaggio che fa funzionare l'aerostato, ma che sono solo occasionalmente navigatori del cielo essendo l'ambiente loro abitaule la terra appunto.
Qui vediamo gli organi che introducono gli alimenti nel nostro corpo, la bocca i denti che lo appesantiscono se introducono troppi alimenti, ma che contribuiscono se trasformano in energia gli alimenti appunto, a rendere possibile la produzione di quel calore fondamentale per le due funzioni superiori che abbiamo descritto prima.

La Mongolfiera: il mio rapporto con l'aria

mongolfiera_1_nw
mongolfiera_2_nw
mongolfiera_4_nw
mongolfiera_5_nw
mongolfiera_6_nw
mongolfiera_7_nw
mongolfiera_0003_nw



 

Ultimo aggiornamento Domenica 31 Gennaio 2010 18:16  
Joomla SEO powered by JoomSEF