Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

1 Lezione 19-10-11

E-mail Stampa PDF

erboristeria | lezione | Natura

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Durante il corso dei secoli la medicina ha attraversato diversi stadi che, secondo gli storici, sono i seguenti: medicina istintiva, medicina sacerdotale, medicina magica, medicina empirica, medicina scientifica.

Medicina  Primitiva

La medicina nasce con l’uomo. Gli archeologi e antropologi che studiano l'uomo preistorico e le tribù primitive ci dicono che le società umane si sono sempre rivolte a  persone speciali, uomini e donne, che avevano il compito di guaritore e che erano garanti per prevenire malattie e curare i malati e feriti. Erano chiamati stregoni o sciamani quasi sempre ricoprivano ruoli complessi e molteplici come guaritori, maghi, sovrani o sacerdoti.  

Oltre alla magia, incantesimi, preghiere e amuleti, gli sciamani e i guaritori usavano spesso le immagini e le figure come simboli, ed elementi per trattare i loro pazienti. Questi trattamenti simbolici secondo la teoria delle “signature”  includevano riti  come bere il sangue di un guerriero per aumentare la forza o mangiare parte di organi del corpo per curare una malattia che colpivano la parte corrispondente. A volte, attraverso questi cerimoniali, si aveva la guarigione o il superamento della malattia. Quando hanno fatto, gli uomini medicina, o sciamani, passerebbe le informazioni per la prossima generazione di sacerdoti. Digitale, morfina, chinino e l'efedrina sono tutti medicinali moderni che sono state tramandate fino a noi dalla pratica della firma preistorici.

 

LA MEDICINA PREISTORICA  (prima del 4000 a.C.)

La medicina nasce dal bisogno intrinseco nella nostra specie di comprendere e guarire le malattie da cui siamo tormentati. Incisioni e disegni rupestri, monumenti, manufatti propiziatori, ossa umane giunte fino a noi permettono di rappresentarsi le pratiche terapeutiche dei nostri antenati. Lo studio poi delle popolazioni primitive ci dà altre preziose informazioni sulla scienza medica preistorica. Sopravivenze della medicina primordiale possono essere osservate ancora oggi nelle cure popolari.

 

Medicina istintiva : periodo spontaneo
La medicina naturale è il primo stadio della medicina riferita non solo all’uomo ma anche agli animali superiori. Alla sofferenza l’Uomo primitivo rispose con mezzi estremamente ingenui e spontanei. La risposta terapeutica era giustificata dall’osservazione e quindi dall’imitazione tramite l’ esperienza diretta delle “abitudini istintive” degli stessi animali (esempio: l’animale ferito che cerca sollievo nell’acqua fredda o che ingerisce una specifica pianta per liberarsi dai parassiti) e sull’allevamento (esempio: l’appoggio delle donne anziane alla partoriente e l’istinto di difesa e interesse rivolte dalla madre al proprio neonato).

 

Medicina sacra: periodo magico-demoniaco
E’ la forma più arcaica di scienza della salute. Si basa sul presupposto che le infermità abbiano un’origine magica dovuta alla collera degli dei. Potenze cosmiche negative e demoni maligni sono i rappresentanti delle malattie. Le cure derivano da amuleti, segni magici, portafortuna, talismani    e riti magici da parte del sacerdote.


Medicina magica : periodo soprannaturale

Le malattie sono flagelli mandati dagli dei. Hanno lo scopo di punire gli uomini, colpevoli di non rispettare il volere delle divinità. Per questo la guarigione può essere ottenuta solo attraverso preghiere e riti religiosi. Il mago sfrutta una metodologia basata sull’ osservazione e sull’ esperienza. Consapevolezza di poter intervenire direttamente con le proprie forze.

 

periodo empirico
L’uomo dà inizio alla ricerca alle cause e alle cure naturali delle sue malattie. Dopo ripetuti esperimenti e sbagli identifica piante e sostanze capaci di lenire  i suoi disturbi e di fargli riacquistare la salute. Queste competenze sono comunicate da guaritore in guaritore. Il principio è quello dell’ esplorazione, dell’elaborazione e della imitazione dai fenomeni naturali, ma manca ancora l’analisi sulle ragioni di un certo avvenimento. L’esperienza dimostrò che molte erbe e piante erano innegabilmente fornite di certe facoltà terapeutiche. Sopravivenze di tutte queste idee perdurano nella medicina popolare.
Rimedi popolari, ovvero usanze che derivano non da teorie scientifiche ma solamente da una conoscenza consolidata e confermata dal tempo. Sono la “cura della nonna”  pratiche che non hanno conferma dalla scienza  attuale, ma che risalgono a concezioni extra scientifiche (scienza intesa come verifica sperimentale) basate sulle intuizioni,  sesto senso, sulla meditazione e sulla rivelazione, strumenti banalizzati come magia da parte di fattucchiere.



DI SEGUITO LE DIAPOSITIVE DELLA PRIMA LEZIONE

Scarica e installa Adobe Acrobat Reader
per visualizzare i documenti in formato pdf.Scarica Adobe Acrobat Reader

Allegati:
Scarica questo file (Medicina e magia 1 lez.pdf)Medicina e magia 1 lez.pdf[Diapositive lezione]1866 Kb

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Maggio 2016 16:42  

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario