Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Origanum majorana

"O Pan, e voi, divinità di queste onde, 
Concedetemi la bellezza interiore dell'anima!"
Platone

Origine e profilo botanico

Comunemente chiamato maggiorana annodata (o origano maggiorana), Origanum majorana L., appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, un gruppo ricco di piante aromatiche.

Il suo nome deriva dal francese antico maiorana, da Marion, diminutivo di Maria, o da mariol, una sorta di marionetta per alludere alla forma dei suoi fiori; così Matthiole, nel 1650, la chiama mariolaine.

Il termine Origanum viene dal greco oros (montagna) e ganos (splendore), ovvero "l'ornamento delle montagne".

La maggiorana viene spesso confusa con l'origano selvatico, una pianta che cresce allo stato naturale in Europa e che ha gradualmente usurpato il suo nome.

È una perenne resistente allo stato selvatico nelle zone orientali calde come ad esempio l’Egitto, teme il freddo del nostro inverno per cui si trova molto raramente; la si può comunque trovare allo stato selvatico in Francia, ma prettamente nella sua versione coltivata come pianta annuale.

Questo le ha fatto guadagnare l'altro nome, Majorana hortensis Moench o Garden Maijoram, perché ha bisogno della mano attenta dell'uomo per prosperare nei nostri climi.

Questo piccolo arbusto, alto poco più di 50 cm, emana un odore estremamente dolce e caldo e i suoi contorni delicati e armoniosi lo rendono veramente delizioso alla vista.

Botanicamente associata al genere Origanum, la maggiorana annodata non assomiglia affatto ai suoi cugini origani con il loro odore piccante e ha sofferto a lungo la reputazione ingiustificata di essere uno stimolante a causa della confusione con questi ultimi. È una pianta che andrebbe riscoperta, dall’aroma gentile, fine e caldo, che le dà un vantaggio gustativo come spezia rispetto all'origano o alla maggiorana selvatica.

Proprietà e indicazioni

Principio Attivo: terpineolo – 4, lo si trova nella pianta fiorita.

È un olio essenziale la cui azione è tanto formidabile quanto poco conosciuta.

Per via della concorrenza e nomea degli origani, le sue proprietà sono spesso state sminuite e mal valutate.

La dubbia qualità delle essenze vendute al dettaglio e il suo prezzo elevato hanno anche avuto la loro rilevanza contro la popolarità dell'uso terapeutico di questo olio essenziale, tuttavia molto benefico.

Prodotto del forte sole estivo, Origanum majorana, porta il vero calore, non quello che urta e aggredisce, come l'Origanum compactum, ma piuttosto il calore che suscita e riempie l'individuo di euforia per la Vita.

Già nel primo secolo, Dioscoride raccomandava Origanum majorana per fortificare e riscaldare i nervi; è infatti un eccellente tonico nervoso e un notevole riequilibratore generale.

L'Origanum majorana risveglia nella persona il desiderio di agire, le dà una spinta ed è tutt'altro che soporifero (a differenza dell'infuso di maggiorana). È un buon stimolante gastrico e un efficace regolatore dell'appetito; in questo senso, è adatto sia ai bulimici che agli anoressici. Dovrebbe essere combinato con Mentha piperita e Anethum graveolens in caso di dolori di stomaco, e integrato da Ocimum basilicum.

Origanum majorana funziona al massimo del suo potenziale e dà la sua massima efficacia nei giovani, infatti combatte la depressione nervosa, la nevrastenia, claustrofobia e psicosi minori, calma le crisi epilettiche, in particolare nei bambini o adolescenti che sono preda di sentimenti di persecuzione sbagliati.

-          In caso di Thymus vulgaris b.s. linalolo che sono eccessivamente introversi; chiarisce le idee e le attira verso la realtà concreta dell'esistenza.

Esso dovrebbe in ogni caso essere combinato con Ravensara aromatica, se necessario con Laurus nobilis e Rosmarinus officinalis b.s. 1,8 cineolo e la sua azione completata dall'applicazione esterna di Lavandula vera.

-          Aiuta a trattare le malattie la cui causa profonda risiede in problemi relazionali problemi relazionali, asma giovanile e nervosa, così come un certo numero di malattie broncopolmonari e otorinolaringoiatriche, rinite, sinusite, bronchite, pertosse.

-          Origanum majorana è anche una delle essenze più utilizzate nella simpaticoterapia endonasale, inoltre in combinazione con Salvia sclarea è molto buono per le ragazze e le donne giovani, a seconda della loro caratterizzazione, che vivono in uno stato di inquietudine perpetua a causa di una spiacevole apprensione per ciclo mestruale, e che sperimentano spasmi uterini e nervosi durante il ciclo, dolori e angosce (si raccomanda in questo caso di essere integrato con Laurus nobilis e Mentha piperita).

-          Stimola la circolazione del sangue nelle ragazze giovani (con Helichrysum italicum e Rosmarinus officinalis).

-          Raddrizza e migliora le relazioni e calma gli impulsi sessuali precoci (in combinazione con Melissa officinalis, purché si usi l'essenza genuina).

-          Incoraggia i giovani ma restituisce anche l’entusiasmo della giovinezza e la spontaneità a coloro che sono invecchiati prima della loro calce.

-          Lenisce i dolori reumatici e le nevralgie in combinazione con Lavandula vera, e l'osteoartrite con il massaggio esterno con Rosmarinus officinalis, Ravensara aromatica e Gaultheria procumbens.

-          È un eccellente olio essenziale "terreno" la cui azione può fare miracoli quando il suo uso è basato sulla caratterizzazione.

-          La sua azione organolettica è indiscutibile. Non bisogna confonderlo con gli altri tipi di Origanum (compactum, vulgaris, ecc.) che sono ricchi di fenoli.

Bisogna fare attenzione a non mescolarlo con i legni più potenti come Cupressus sempervirens, Cedrus atlantica, ecc, è un olio essenziale estremamente estremamente sottile, non sopporta la mediocrità.

È meglio farne a meno se non si può ottenere oli essenziali di provenienza assolutamente naturale e possibilmente BIO


Caratterizzazione

Coraggio e nobiltà d'animo, amore per la Vita e le persone, bellezza dell'anima e del corpo e del corpo sono i fili con cui è intessuta l'aura luminosa dell'Origanum majorana; il suo archetipo radioso si basa sul mito collegato alla Maiorana, una pianta sacra per gli antichi greci, la maggiorana era associata con Afrodite.

Lei ne raccolse alcuni ramoscelli per applicarli sulle ferite del suo figlio ferito, Enea, quando si rifugiò sul monte Ida, a Creta, dove lo aveva partorito dopo aver fatto l'amore con suo padre, Anchise.

L'eroe troiano leale e nobile, modello di pietà filiale, che portò il suo vecchio padre sulle spalle lontano da Troia quando questa cadde in fiamme e per poi tornare per cercare la moglie perduta, era un perfetto tipo di Origanum majorana, puro di cuore, un degno figlio della dea dell'amore.

Nell'antico Egitto, il Maijoram era uno dei fiori di Osiride, e la purezza dell'essenza dei suoi fiori simboleggiava lo stato d'animo necessario per essere militanti nei Misteri.

In India invece è apparentemente dedicato a Vishnu.

Origanum majorana è facilmente riconoscibile in un profilo armonioso di un giovane pastore greco con una filosofia tinta di mitologia, come Telemaco, con il suo sguardo penetrante che si mette in mare per trovare suo padre: “Nella sua culla di nebbia, appena Eos con le sue rosee dita era apparsa, il figlio prediletto di Ulisse si rivestì e, saltando dal suo letto, si mise in spalla la sua spada appuntita a doppio taglio, infilò i suoi piedi scintillanti nei suoi bei sandali e uscì dalla sua camera; a vederlo, lo si sarebbe preso per uno degli Immortali... in mano aveva una lancia di bronzo e, per non essere solo, aveva preso con sé due dei suoi levrieri. Atena lo rivestiva con grazia celestiale. 
Quando entrò, tutti gli occhi si voltarono verso di lui e gli anziani tra di loro fecero spazio perché si sedesse al posto di suo padre". (Omero, L'Odissea).

Per scoprire e apprezzare la persona Origanum majorana, dobbiamo impregnarci della vitalità entusiasta e primaverile di quegli adolescenti vivaci, pieni di energia, i loro cuori traboccanti del desiderio di azione inerente alla loro gioventù che cerca di liberarsi dal bozzolo familiare, e che si dimostrano pienamente determinati a volare il più possibile con le proprie ali.

Origanum majorana, sicuro di sé, vuole conquistare il mondo, incendiarlo e trasformarlo, ispirarlo con quella forza radiante che il suo amore della Vita ha così intensamente risvegliato in lui.

Un grande idealista, pieno di potenziale per la maggior parte non ancora realizzato, vuole manifestare i suoi sogni senza indugio e non ha paura nel farlo di dispiacere alle generazioni precedenti più inclini a vivere di ricordi e ad accompagnare le loro azioni con la necessaria cautela. Tale cautela sembra non interessare il nostro impetuoso conquistatore che, molto spesso e con nobile intenzione, vuole spalancare al mondo le porte di un'altra dimensione che, per il momento, non è altro che la sua.

Di fronte alla lentezza della materia e alle incongruenze esistenziali, Origanum majorana si ribella; a volte fa una dichiarazione di questo tratto e la sua testa calda prende poi selvaggiamente i valori sociali stabiliti, le abitudini e i costumi familiari, la routine entropica e, poiché non sono stati eliminati, i dogmi e i conformismi politici e religiosi.

"Sono nato per conoscerti, per nominarti, Libertà", proclama di fronte alle gerarchie e alle autorità che trova insopportabili; ma come Don Chisciotte e i suoi mulini a vento, Origanum majorana a volte manca il bersaglio, sprofonda in eccessi estranei alla sua natura amorosa e spende le sue energie in cause che non sempre ne valgono la pena. Facilmente influenzabile, anche se è convinto del contrario", la presa di un Laurus nobilis negativo può portarlo al fanatismo, una Mentha piperita lo recluta in battaglie dall'apparenza nobili, ma dall'intenzione perversa.

Nel peggiore dei casi, può arrivare a confondersi con il terrorismo, tanto tutta la sua natura e la sua mancanza di saggezza sono in grado di condurlo in un paradosso: “imporre la non violenza, con la forza se necessario!".

Quando adeguatamente guidato, imparerà a superare il suo ardore e a mettere in pratica le parole di Gandhi: "Ci sono molte cause per cui vale la pena morire; non ce n’è sono nessuna per cui valga la pena uccidere".

Un incontro con una vera Ravensara aromatica incanala i suoi sfoghi mettendo alla prova il suo coraggio attraverso un'abile manipolazione della sua impetuosità. Una delle lezioni che imparerà da un tale maestro è che nel voler dimostrare troppo, non si riesce a convincere nessuno e nel voler convincere troppo, non si riesce a dimostrare nulla.

Infatti, Origanum majorana sperimenta una certa vulnerabilità come un dramma interiore dovuto alla sua mancanza di fiducia in sé stesso, maldestramente compensata da un'eccessiva sicurezza di fronte agli altri.

La sua forza deriva dalla sua sensazione di essere sulla strada giusta, anche se in realtà, traballa.

Si ritiene così capace di dirigere la sua esistenza e, se necessario, quella degli altri.

Dotato di un certo potere di convinzione, a volte spinto da un carisma sorprendente, si comporta come un principe, senza però possedere né corona né scettro.

"Tuo figlio è andato a Delfi per partecipare a quei famosi giochi che fanno onore alla Grecia. Al richiamo dell'araldo che annuncia la corsa a piedi, con la quale si aprivano le gare, la sua forza sembrava del tutto eccezionale davanti alla folla abbagliata. All'altezza della speranza che suscitava, raggiunse la meta e lasciò l'arena carico di vittoria... così è andata, ma quando un dio cerca di litigare con te, non importa se sei forte, non potrai mai evitare i suoi colpi". (Sofocle, Elettra).

La sua impetuosità lo porta quindi a credere troppo presto che la vittoria sia sua, mentre una guerra si vince con una strategia, un piano, una condotta molto ordinata e una buona dose di pazienza.

È attraverso lo spirito di disciplina che Origanum majorana avrà la meglio, e lui lo sente ma questo lo infastidisce perché ha fretta.

Ancora una volta, sarà Ravensara a insegnargli e mostrargli che i suoi veri nemici sono dentro di lui: “nella tua battaglia interiore, la purezza deve essere la tua armatura, la pace il tuo scudo e la bontà la tua la tua arma” gli dice, riprendendo l'aforisma di Corneille in senso: "Vincere senza pericolo è trionfare senza gloria", egli completa spiegando a Origanum majorana che una vittoria senza nobiltà è peggio di una sconfitta.

Un bel giovane, senza dubbio, gli viene chiesto dal suo archetipo spirituale di rimanere retto, puro e animato da sentimenti nobili. Le sue innegabili qualità gli conferiscono una bellezza interiore che spesso si riflette in un portamento maestoso e un fascino al quale le giovani donne, genere Salvia sclarea o Helichrysum italicum, non sono insensibili.

Sotto la supervisione di un padre spirituale, Rosmarinus officinalis b.s. acetato di bornile, verbenone o Ravensara aromatica, Origanum majorana è in grado emanare un grande calore dal suo cuore e irradiare la luce attraverso il cristallo del suo essere interiore.

Simbolo di eterna giovinezza, il caldo e delizioso profumo di Origanum majorana, per la sua purezza intrinseca, ci invita a rinascere alla fonte primordiale del Giardino dell'Eden da cui scaturiscono le particelle odorose emanate dalla Madre Divina.

 

Novità CLOROFILLA

Clorofilla pura

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Effemeridi

Sagittario
Sole in Sagittario
Sagittario
Luna in Sagittario
29 gradi
Luna Nuova
Luna Nuova
1 giorno(i)

Prodotti in promozione

Triphala

Triphala

I NOSTRI CLIENTI APPREZZANO

Contatti


Visita il nostro negozio, è in
Largo Pistoia 5
Cascine Vica - Rivoli (TO)
Italia
( clicca qui per la mappa)

P. Iva: 02494920016

Tel. e Fax: 011-9597246
Skype: erbatisana Skype Me™!

Oppure inviaci un messaggio.






Articoli In evidenza

Prev Next

Il Giardino dei tarocchi

Il Giardino dei tarocchi

Costruito da Niki de Saint Phalle. Il mio giardino e un posto metafisico e di meditazione...  dove è possibile assaporare le sue tante bellezze e i significati esoterici delle sculture.... Leggi tutto

05 Lug 2009

A ognuno il suo giardino

A ognuno il suo giardino

“Nel giardinaggio c’è qualcosa di simile alla presunzione e al piacere della creazione: Leggi tutto

30 Ago 2009

I Giardini Labirinto

I Giardini Labirinto

Il labirinto è una metafora per il centro del tuo io più profondo. Quando si cammina nel labirinto, si inizia un viaggio sacro in auto-comprensione, di consapevolezza. Leggi tutto

17 Mag 2010

Il giardino A. Hruska

Il giardino A. Hruska

All'inizio del Novecento il viennese Arturo Hruska, dentista degli zar e dei Savoia Leggi tutto

27 Set 2011

Il Giardino Alchemico

Il Giardino Alchemico

Iniziamo la pubblicazione di alcune opere Alchemiche, come esercizio alla comprensione dell'Arte. Leggi tutto

01 Giu 2009

Eventi

Piante in inverno

  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009
  • Galleria luglio 2009

Siti consigliati