Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Quarta lezione 22-11-12

E-mail Stampa PDF

acidosi | Alimenti | lezione

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Attraverso le patate si manifesta l’amore per la terra, o piuttosto l’identificazione con essa?


Piante che sconvolsero il mondo

 Corso ERBORISTERIA anno 2012/13

Le piante che sconvolsero il mondo

Coordinatore: Maurizio Carturan - Erborista, Naturopata, Heilpraktiker, Archeopata

Vi sono dei momenti nella storia umana in cui emerge con particolare evidenza una svolta.
I cambiamenti successivi a queste svolte rendono percepibile l’inizio di un nuovo e caratteristico ciclo. 
In questa serie di lezioni indagheremo alcuni di questi esempi con la particolarità di ricercarne la causa e di individuare senza dubbio come questa sia in relazione precisa ad una o più piante.

Quarta lezione 22 novembre 2012:

Solanum tuberosum (patata) come emancipazione dalle carestie

Prima parte della lezione: 

Storia delle origini della Patata (Solanum tuberosum), attraverso la ricostruzione della provenienza geografica e delle condizioni politico-economiche che hanno permesso l'arrivo di questo tubero in Europa.

Stiamo vedendo alcune piante dal punto di vista del disorientamento procurato dal loro apparire, almeno nei luoghi in cui non erano conosciute e nell’ambito delle rappresentazioni mentali le cui certezze subirono profonde trasformazioni dopo il loro utilizzo.

La patata è emblematica di questa circostanza, infatti non era concepibile per numerosi motivi:

  1. religiosi era considerata un alimento elargito dagli inferi provenendo dal sottosuolo e mai nominata dai Padri della chiesa.
  2. aveva una colorazione ed una forma insolita, perdi più  condizionata dalle immagini delle malattie allora epidemiche.
  3. per la presenza di tossine velenose era difficilmente utilizzabile e tuttalpiù considerata adatta agli animali.
  4. si aveva sperimentato essere un alimento umiliante ignobile e plebeo

 Fu però con queste premesse effettivamente un alimento per le plebi, che si emanciparono da un bisogno primario quello della fame, e così avere la forza per pretendere l’appagamento delle aspirazioni che esclusivamente desideravano radicali cioè il diritto ad una Vita materiale.

E fu infatti proprio la PATATA a dare inizio alla rivoluzione industriale e allo stile di Vita basato sui bisogni materiali come massima aspirazione al punto da subordinare anche la scienza, l’arte e la religione all’imperativo dell’edonismo materialistico.


 SECONDA PARTE della lezione: 

Nella seconda parte vengono descritte le proprietà alimentari della Patata e gli impieghi possibili al fine del mantenimento e/o del ristabilimento della salute nei riguardi di alcune patologie molto diffuse.

Infine vengono anche descritti alcuni utilizzi curiosi o insoliti che fanno capire la versatilità di impiego di questo caratteristico tubero


TERZA PARTE della lezione: 

La terza parte illustra la peculiare presenza, nei tuberi di cui ci occupiamo (patate, manioca e soprattutto igname) di una sostanza molto importante non solo dsal punto di vista alimentare, ma specialmente medicinale: il Pregnenolone.

Il Pregnenolone è un derivato dalla trasformazione naturale del colesterolo multiforme e composito nelle sue azioni infatti è il precursore di  molte funzioni e importanti sostanze (ormoni) attuatrici di attività biologiche endogene. È importante sapere che il pregnenolone è il fondamento degli ormoni sessuali (estrogeni, testosterone), degli ormoni dello stress (cortisone, cortisoli) e di DHEA. La quantità di pregnenolone prodotta nel corpo poi purtroppo si riduce più o meno fortemente con il progredire dell’età, il proprio stile di Vita e le abitudini alimentari.

Il Pregnenolone è il primo effetto metabolico dopo l’introduzione del grasso derivante dal cibo che abbiamo assunto o da residui grassi (colesteroli) prodotti dalla digestione e rappresenta la condizione più importante per la produzione di ormoni steroidi endogeni che sono essenziali al fabbisogno individuale in funzione di pressioni psico-fisiche, malattie o durante specifiche fasi della Vita (andropausa, menopausa), e allo scopo di produrre altri ormoni (ormoni dello stress e sessuali).

Quando ne abbiamo assoluta necessità? Soprattutto nei seguenti casi:

  1. Malattie infiammatorie articolari (artrite.
  2. Stanchezza cronica, stress ed esaurimento
  3. Depressione, stati di ansietà e  disturbi del sonno.
  4. Problemi a carico della memoria
  5. Disturbi degli ormoni sessuali femminili (progesterone, estrogeno)
  6. Avvisaglie della vecchiaia: è considerato una «sostanza anti-aging»

Il Pregnenolone può essere impiegato ugualmente in unione con la melatonina (con o senza DHEA): il Pregnenolone mette in azione l’energia e la resistenza nelle attività rendendo più dinamiche le nostre giornate.


Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Novembre 2012 09:13