Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Quinta lezione 6-12-12

E-mail Stampa PDF

antiossidanti | erboristeria | lezione

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Caffè, tè, tabacco cacao sono stati delle scoperte coloniali casuali oppure vennero a soddisfare bisogni nuovi ed esigenze di uomini ormai diversii?


Piante che sconvolsero il mondo

 Corso ERBORISTERIA anno 2012/13

Le piante che sconvolsero il mondo

Coordinatore: Maurizio Carturan - Erborista, Naturopata, Heilpraktiker, Archeopata

Vi sono dei momenti nella storia umana in cui emerge con particolare evidenza una svolta.
I cambiamenti successivi a queste svolte rendono percepibile l’inizio di un nuovo e caratteristico ciclo. 
In questa serie di lezioni indagheremo alcuni di questi esempi con la particolarità di ricercarne la causa e di individuare senza dubbio come questa sia in relazione precisa ad una o più piante.

Quinta lezione 6 dicembre 2012:

Nicotiana (tabacco) cioccolato, the e caffè le piante della personalità nervosa e del carattere umano

Prima parte della lezione: 


In questa prima parte della lazion dedicate alle piante nervine cioè che agiscono particolarmente sul sistema nervoso, ci confontiamo con due importanti problemi:

1. L'arrivo di piante sconosciute dall'america che si diffondono rapidamente nel vecchio continente provocando profondi sconvolgimento tali proprio per l'uso improprio ed intensivo. Questi sconvolgimeni saranno tali nel modo di Vita, nelle relazioni sociali, ma sopratutto nel disequilibrio biologico che in poco più di un secolo si determinerà a livello del fisico della maggior parte degli abitanti dell'europa e del bacino mediterraneo, un fenomeno che potremmo riassumere con un termine caratterizzante proprio il secondo punto cioè:

2. La nervosità data da un uso progressivamente capillare e quotidiano di sostanze psicoattive assimilabili all'azione di quelle che noi oggi consideriamo droghe e che hanno cambiato il modo di utilizzare il proprio corpo, accelerando ed intensificando i ritmi di lavoro e di movimento. E la mente anch'essa strumento di intensificazione del pensiero e dell'attenzione fino a prevalere come strumento di relazione e di ascesa sociale.

Oggi questi impulsi si sono moltiplicati esageratamente producendo una ulteriore anomalia normalmente definita come STRESS fonte di numerose ed insidiose patologie spesso gravi e mortali forse il crudele contrappasso di una vicenda iniziata molto male già dall'inizio l'arrivo dell'uomo europeo in America corrispose all'accapparramento di risorse importanti dei nativi amerindi sottratte loro con la forza e la brutalità fino allo sterminio di milioni di uomini donne e bambini, la distruzione di storiche civiltà, e la devastazione di interi ecosistemi. Lo scopo di questo sconvolgimento era solo ed esclusivamente il rapido e facile arricchimento per questo che lo sconvolgimento che ora constatiamo prodotto anche da alcune sostanze vegetali potrebbe essere considerato il lascito ammonitore di uomini che ben conoscendone i vantaggi, ma soprattutto i pericoli avevano creato un modo di vivere assai diverso dal nostro. Queste civiltà vilmente considerate inferiori vennero annientate, liberando così un miasma non più governato, e per questo altrettanto devastante.


 SECONDA PARTE della lezione:

 Le sostanze nervine attivano e/o modificano numerosi neuro trasmettitori che agiscono profondamente sulle funzioni del sistema neurovegetativo, endocrino ed immunitario tanto da essere fondamentali per il mantenimento della salute. Si analizza in particolare il ruolo dell'adrenalina, del cortisolo nella produzione di quel particolare stato eccitatorio che sfocia nel fenomeno moderno dello Stress. Speciale attenzione viene richiesta infine all'uso degli zuccheri come ulteriore minaccia alla cronicità della nervosità fonte di alcune delle malattie più invalidanti delle società moderne come le patologie cardiocircolatorie e il diabete, questo è un ulteriore incentivo ad una modificazione delle abitudini alimentari qualeoccasione di prevenzione e di recupero di una armonizzazione cosciente del nostro programma biologico

 TERZA PARTE della lezione: pagina in costruzione

Nella terza parte di approfodisce la conoscenza della pianta del caffè seguendone la storia, l'uso alimentare e la scoperta del suo ruolo farmacologico. Il caffè almeno nel suo abuso, quando la caffeina introdotta supera una certa dose, presenta tute le caratteristiche sinomatiche di altre sostanze considerate droghe psicoattive. Questa pianta però usata in modo corretto mette a disposizione della salute dell'uomo anche dei pincipi estremamente preziosi come i polifenoli antiossidanti, indispensabili al giorno d'oggi per preservare la nostra salute. Vengono indicate anche altre piante come il Thè che richiedono le stesse attenzioni.

QUARTAPARTE della lezione: pagina in costruzione


Ultimo aggiornamento Martedì 03 Maggio 2016 17:41