Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime Astragalo super

Astragalo super

E-mail Stampa PDF

fitoterapia | immunostimolazione

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

È consigliato nella medicina popolare cinese, per rinforzare il "Chi", l'energia vitale.

ASTRAGALO LA PIANTA DELL'ENERGIA VTALE

Astragalus membranaceus, Astragalus mongholic

 

FAMIGLIA: Fabaceae. 

HABITAT: originario dell'estremo oriente e della Cina in particolare. L’Astragalo è una pianta perenne che può raggiunge l’altezza di circa 50/80 cm di altezza, le foglie sono simili a pinne ellittiche la particolarità della radice è flessibile e lunga, la parte esterna è grinzosa e di un intenso colore giallo/marrone. Appartiene alla famiglia delle fabaceae e il suo nome in botanica è : Astragalus membranaceus opputre Astragalus mongholic.


PARTE USATA: le radici.

 

Indicazioni principali: deficit delle difese immunitarie.
Azione principale: immunostimolante.
Altre azioni: cardioprotettiva, antiossidante. Tonico- energizzante adattogeno, riduce il consumo di ossigeno da parte dei mitocondri, aumenta la resistenza nei confronti dello stress.  R
inforza e reintegra l'energia vitale, rinforza la digestione, il sistema immunitario, stimola il metabolismo, favorisce la guarigione delle ferite

 

Organi interessati dall’azione fitoterapica:

  1. Cavo orofaringeo
  2. Cervello
  3. Fegato e vie biliari
  4. Apparato linfatico e ghiandole sudorifere
  5. Mucose e nasali, seni paranasali, vie aeree superiori
  6. Organi emopoietici, cellule del sangue
  7. Sistema circolatorio
  8. Sistema endocrino
  9. Sistema immunitario
  10. Sistema nervoso centrale
  11. Tessuto cutaneo
  12.  Apparato riproduttivo, utero, prostata. intensità

 

POTENZA

PROPRIETÀ:

+++

TONICO GENERALE

++

ANTIOSSIDANTE

++

ANTISETTICO

++

EMOPOIETICO ERITROPOIETICO

++

EPATOPROTETTORE ANTIEPATOTOSSICO DEL FEGATO

++

NEUROTONICO - TONICO NERVINO - TONICO CEREBRALE

+

CICATRIZZANTE O VULNERARIO

+

VASODILATATORE

!!

ANTITUMORALE [RITARDANTE LA PROLIFERAZIONE]

!!

IMMUNOSTIMOLANTE IMMUNOMODULANTE

 

 

INDICAZIONI:

ook

HERPES ZOSTER

ook

INFEZIONI E INFIAMMAZIONI (+)

ook

INFLUENZA

ook

PROSTATA (PROSTATITE)

ook

RINITE - RAFFREDDORE O CÒRIZZA

ook

SINUSITE E RINOSINUSITE

+++

PROSTATA (IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA)

++

ACNE (DEPURATIVO)

++

ASTENIA O ESAURIMENTO E STRESS

++

INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO

++

LEUCOPENIA

++

SUDORAZIONE PROFUSA O NOTTURNA

+

ASCESSO E FLEMMONE

+

INAPPETENZA E ANORESSIA

+

IPERTENSIONE ARTERIOSA (IPOTENSIVO)

+

LESIONI CUTANEE - PIAGHE FERITE ABRASIONI E SCREPOLATURE (USO TOPICO)

+

PROLASSO (UTERINO)

!!

AIDS

!!

IMMUNODEFICIENZA SECONDARIA O INSUFFICIENZA IMMUNITARIA E MALATTIE AUTOIMMUNI

!!

TUMORE MALIGNO o CANCRO

 Azione immunostimolante. 

È noto che l'interleukina 2 (IL 2) ha una importante azione immunostimolante in pazienti neoplastici, ma per ottenerla è spesso necessario usarne dosi elevate con i relativi effetti collaterali. Si è visto che incubando precursori di cellule LAK con estratto di astragalo e con dosi basse di interleukina 2 lo stimolo sulle cellule esaminate era analogo a quello ottenuto con alte dosi di IL 2. Potrebbe essere quindi possibile ottenere un'azione immunostimolante in pazienti neoplastici utilizzando in contemporanea basse dosi di interleukina 2 abbinata a estratto di astragalo. Ridotta efficienza immunitaria con infezioni frequenti o croniche; immunodeficienza (Sindrome da Affaticamento Cronico)

 

Azione su reni.

Il potere diuretico è notevole, contro i sudori spontanei e notturni , mitiga la sudorazione, utile per gli edemi. In uno studio sull’insufficienza cardiaca si è osservato un effetto marcato di contrasto nei confronti della ritenzione di sodio e acqua. La somministrazione orale contrasta l’aumento della pressione sanguigna, altri studi evidenziano proprietà ipotensive, il principio attivo ipotensivo sembra essere l’acido gamma-amino butirrico. E’ inoltre utile nei casi di nefrite che non rispondono ai diuretici. 

 

Azione sul cuore.

Si è visto che questa droga è in grado di migliorare la funzionalità cardiaca e anche quella renale. Questa droga è anche in grado di proteggere il cuore contro le forme ischemiche dello stesso, soprattutto grazie alla sua azione antiossidante. Uno studio in vitro ha valutato l’effetto protettivo di un estratto di astragalo e di alcuni suoi componenti (saponine, polisaccaridi e acido gamma aminobutirrico) sulle alterazioni del tono vascolare e sui danni endoteliali indotti dall’omocisteina.

 

Azione cicatrizzante. 

L’astragalo cura le piaghe croniche, gli ascessi, le piaghe difficili da rimarginare, e le ulcere, per trattare le articolazioni dolorose, per alleviare la debolezza e la fatica, la mancanza di appetito, la diarrea causata da stanchezza della milza, prolasso rettale, sanguinamento uterino, nelle neurodermatiti, nel diabete. Favorisce il drenaggio del pus e la cicatrizzazione. Patologie cutanee croniche, tipo ascessi, ulcere, fistole (promuove la guarigione e la riparazione dei tessuti necrotici), ferite infette che tardino a spurgare e a guarire.

 

 

Azione epatoprotettiva. 

 L’attività epatoprotettrice è dimostrata dall’aumento dell’attività dei lisozimi epatici, della deidrogenasi dei tessuti, dal glicogeno epatico. L’astragalo riduce la fibrosi epatica indotta da sostanze tossiche. Si sta studiando la radice di Astragalo per trattare l'AIDS e l'epatite ed epatite cronica. Protegge dagli effetti negativi di alcuni farmaci, e dalla chemioterapia e radioterapia.

 

Azione disintossicante.

L’astragalo disintossica l'organismo da sostanze chimiche e da metalli pesanti,

 

Azione antiradicalica.

Per la prima volta si è dimostrato un’azione protettiva dell’astragalo contro l’ischemia cerebrale, legata verosimilmente alla sua azione antiossidante. Uno studio clinico ha valutato l’efficacia e la tollerabilità dell’astragalo nel trattamento della rinite allergica stagionale. Funzionamento ridotto della corteccia surrenalica, fatica cronica, debolezza, bassa vitalità, perdita di resistenza, invecchiamento prematuro.

 

In medicina tradizionale cinese

Classe : TONICI DELL’ENERGIA

Sapore : Dolce

Natura : Leggermente Tiepida

Meridiani destinatari : Milza, Polmone

Funzioni : Nutre il Qi; innalza il Qi e lo Yang; stabilizzala Superficie; combatte i tossici e “fa ricrescere la carne” (promuove la riparazione dei tessuti); combatte gli edemi.

Descrizione terapeutica:

 -Tonifica la Milza ed è benefica al Qi

 -Aumenta lo Yang Qi della Milza e dello Stomaco

 

Qualunque sintomo da debolezza di Qi di Milza ( astenia, ipersonnia, anoressia, gonfiori Addominali, diarrea o feci mal formate, perdita di appetito, pallore, corpo pesante ed edematoso, prolassi rettali) o Polmone ( astenia psichica e fisica, mancanza di fiato, scarsa voglia di muoversi e di parlare, sudorazioni spontanee al minimo sforzo).

Qualunque ptosi o prolasso viscerale. Emorragie da debolezza di Qi. Ernie da Vuoto di Qi.  

Debolezza di Wei Qi (facilità a contrarre malattie da raffreddamento, timore del freddo, sudorazioni spontanee).

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Maggio 2016 11:20  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario