Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime I Frattali sono naturali

I Frattali sono naturali

E-mail Stampa PDF

chioma | Divino | erboristeria

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Volendo essere molto sintetici, i frattali servono a trovare una nuova rappresentazione che parta dall'idea di base che il PICCOLO IN NATURA NON E' NIENT'ALTRO CHE UNA COPIA DEL GRANDE.


La Realtà che ci circonda, allora, non è quella che crediamo che sia.

La fisiologia classica asserisce che i sistemi in salute si autoregolano a ridurre la variabilità e a mantenere la costanza fisiologica definita come OMEOSTASI.

Contrariamente a tali concetti di omeostasi e di ordine, analizzando attentamente i fenomeni biologici, sono da considerarsi degli eventi ondulatori, vibrazionali, notiamo che essi ondeggiano in maniera complessa, anche in condizioni di riposo del soggetto,  e che pertanto il mantenimento della costanza, uniforme non è l'obiettivo del controllo fisiologico, che sembra basarsi anzi su movimento in seguito a continue sollecitazioni. 

Questa osservazione ha aperto nuovi scenari. Improvvisamente quella regolarità che era il presupposto stesso della idea della salute e della normalità come stabilità è stata messa in crisi:

la malattia diventa una perdita di irregolarità, o se si vuole di complessità e la salute uno stato regolare di irregolarità.

Lo stesso processo di invecchiamento viene concepito, ora, come una perdita di gradi di possibilità e quindi di libertà o, come un aumento di regolarità come uniformità e staticità. Ad esempio l'elettroencefalogramma dei soggetti anziani è caratterizzato da una perdita delle oscillazione di basso voltaggio e alta frequenza.

Lo stesso accade nella sclerosi multipla quando si osserva una EEG. Anche negli schizofrenici c'è una regolarizzazione del tracciato dell'EEG.

Le applicazioni in campo odontoiatrico di tali modelli non lineari spiegano ad esempio l'improvvisa insorgenza di un dolore pulpitico, l'improvvisa acutizzazione di una parodontite apicale acuta, ecc.

Anche i batteri e le loro interrelazioni hanno dinamiche non lineari e ciò potrebbe spiegare una serie di fenomeni in endodonzia.

Il concetto di frattale, descritto da Benoit Mandelbrot nel 1975, si riferisce a oggetti geometrici irregolari che mostrano auto-somiglianza.  Un frattale secondo la definizione più semplice e intuitiva si descrive come una figura geometrica in cui un motivo identico si ripete su scala continuamente ridotta.

  1. Questa proprietà, detta autosomiglianza, si mantiene in tutte le scale dimensionali . 
  2. Ad avere una geometria frattale può essere un oggetto (frattale spaziale) o un evento temporale (frattale temporale).
  3. La maggior parte delle strutture anatomiche e biologiche hanno una geometria frattalica
  4. Similmente si è dimostrato che la sequenza della basi del DNA è di tipo frattale.
  5. I frattali sono oggetti regolarmente irregolari.  
  6. I frattali hanno anche un' altra proprietà: il grado di irregolarità rimane sempre lo stesso a qualsiasi scala di grandezza di spazio o di tempo si osservi l'oggetto.

Questo significa che ingrandendo la figura si otterranno forme ricorrenti e ad ogni ingrandimento essa rivelerà nuovi dettagli. Contrariamente a qualsiasi altra figura geometrica un frattale invece di perdere dettaglio quando è ingrandito, si arricchisce di nuovi particolari.

Ovviamente una irregolarità spaziale o temporale potrà essere di origine casuale o di origine caotica. La differenza tra un fenomeno casuale ed un fenomeno caotico è nei gradi di libertà. Nel sistema casuale vi sono infiniti gradi libertà e ciò genera il comportamento casuale, nel sistema caotico i gradi di libertà sono finiti.

Un fenomeno è casuale se la nostra indeterminatezza,  rimane immutata con lo scorrere del tempo, quindi non siamo in grado di fare previsioni, ad esempio nel lancio di una monetina. Un traiettoria casuale si muove, per così dire, in tutte le direzioni dello spazio delle fasi, per cui vi sono infiniti gradi libertà.

Viceversa, in un processo caotico noi siamo in grado di prevedere con esattezza ciò che accade nell'immediato futuro, ma siamo sempre più imprecisi man mano che cerchiamo di prevedere con tempi più allungati, come ad esempio nelle previsioni metereologiche; una traiettoria caotica occupa dunque una ben definita regione dello spazio e i gradi di libertà sono finiti.

La fondamentale caratteristica dei sistemi in salute è l'adattabilità, ovverossia la capacità di rispondere a stimoli e stress non predicibili. 


Nella geometria frattale, i processi caotici e casuali, dopo un alto numero d’ interazioni (scambio di azioni reciproche) si aggiustano nel tempo creando spontaneamente delle regolarità (ridondanza) dovute ad un numero di singolarità  che rendono prevedibile lo sviluppo del processo.  

Le spirali sono alla base del mondo vivente. Il nucleo cellulare è costituito da una lunga catena a spirale, il DNA, riportante l'intero codice genetico. Anche la forma di certi organismi può essere a spirale come quella dell'ammonite, vissuto 300.000.000 di anni fa.

Questa capacità di descrivere la dinamica e le leggi della Vita nell'Universo è data dalla teoria di del grande scienziato TodeschiniSiamo giunti così a scoprire e dimostrare che se si considera lo spazio non solamente come estensione geometrica, come ritenuto sinora, ma lo si considera anche sostanziato di densità costante e dotato di mobilità come un fluido gassoso o liquido, con esso si possono spiegare qualitativamente e quantitativamente tutti i fenomeni naturali.

I fenomeni naturali infatti costituiscono le prove più evidenti e tangibili della densità e mobilità dello spazio poiché essi si possono ridurre tutti a correnti rotanti, traslanti od oscillanti di spazio. Così i sistemi atomici ed astronomici possono immaginarsi come vortici di spazio e le varie energie ondulatorie come moti vibranti di esso."

Archimede ne scrisse un trattato, "Sulle Spirali". anche nella natura inanimata scopriamo spirali come ad esempio la galassia a spirale. 

Le spirali sono anche alla base dei frattali. 

Molti oggetti che vediamo nella nostra Vita quotidiana hanno una struttura, per così dire, frattale: per esempio una foglia di felce. Se fate attenzione, notate come ogni parte della foglia sia simile all'intera foglia.  

Un'infinità di forme naturali ha natura frattale: piante, montagne, coste, nuvole, alberi etc, mentre ben poche hanno una struttura geometrica definita (a parte alcuni esseri unicellulari, aventi delle forme simili a vari poliedri, non mi viene in mente nessun altro esempio).

Per questo è stato detto (Mandelbrot fra i primi), che la natura non è euclidea, ma frattale.

Quindi usare la profonda naturalità della fitoterapia come espressione della concezione dell'etere materia essenziale dell'Universo, e comprendere le leggi biologiche per la cura delle malattie che sono altrettanti fenomeni naturali di organismi viventi proprio perché generati da leggi della natura, comprova e garantisce il risultato di massima compatibilità e di prevedibile risultato con quanto naturalmente è stato finalizzato al ripristino della salute.  

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Ottobre 2013 16:09  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario