Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime I Giardini Labirinto

I Giardini Labirinto

E-mail Stampa PDF

Acqua | Giardino | simboli

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Indice
I Giardini Labirinto
I Labirinti mitologici
I Labirinti e la religiosità
I Labirinti e la spirale
I labirinti giardino
Il giardino come cammino di preghiera
I labirinti giardino delle erbe medicinali
Il labirinto e la geomanzia
Tutte le pagine

labirinto1

Il labirinto è una metafora per il centro del tuo io più profondo. Quando si cammina nel labirinto, si inizia un viaggio sacro in auto-comprensione, di consapevolezza.

 I Labirinti

labirintoUn labirinto è la difesa a volte magica di un centro, di una ricchezza, di un significato. Penetrare in esso può essere un rituale iniziatico, come si percepisce grazie al mito di Teseo. Questo simbolismo costituisce il modello di qualsiasi esistenza la quale, attraverso una quantità di prove avanza verso il proprio centro, verso sé stessa, verso la sua essenza.

Mircea Eliade


 

 I Labirinti mitologici

I Labirinti di cui ci interessiamo in questo sito sono i “Labirinti unicursali” derivati dalle leggendarie costruzioni mitologiche e caratterizzati da un’impianto così tortuoso da rendere difficile l'orientamento all'interno.
I Labirinti unicursali sono però formati da un unica via che si intrica, si avvolge, e va verso un Centro, a cui si avvicina e da cui successivamente si allontana, ma che deve per forza essere raggiunto.labirinto_miti2_nw

 


I Labirinti e la religiosità

Nei culti solari precristiani il sorgere del sole simboleggiava la Vita, il suo tramontare la morte.
Per i cristiani, ugualmente, la Gerusalemme celeste è a oriente, mentre a occidente, agli antipodi della città santa, vi sono solo tenebre.
Le grandi cattedrali, proiezione dell'universo e splendide mediatrici tra l'uomo e il divino, nulla hanno di casuale. Il loro asse centrale congiunge l'ovest all'est e rappresenta l'eternità.

labirinto_pregh_nw

 


I Labirinti e la spirale

Sappiamo già che la spirale - come raffigurazione visiva e danza, con disegno semplice, doppio o triplo - è un motivo che ricorre di frequente e, diremmo, quasi inevitabilmente, nelle raffigurazioni popolari.
Kerényi ritiene che, basata su osservazioni astronomiche, la spirale possa simboleggiare il corso del sole. La linea ininterrotta, in forma di meandro o greca, ne è una variante. Sono note le associazioni della spirale con il simbolo dell'acqua, della Vita, della fertilità, del grembo femminile. Ma è probabile che la linea ininterrotta intenda soprattutto rappresentare - specie nella sua diffusa variante di ornamento a intrecci che si trova dall'antichità sino al Medioevo su tombe, sarcofagi e capitelli di colonne - l'immortalità, il lungo cammino dell'anima, il filo che non si spezza, il sentimento chiaro, oppure appena baluginante, di una continuità, di un dinamismo Vita-morte- Vita.

labirinto_basso_nw


 

 

I labirinti giardino

labirinto_miti_nw"Dentro è di muri inestricabil cinto
che mille torce in sé confusi giri,
ma in breve foglio io ve' darò distinto,
sì che nessun error fio che v'aggiri.
Siede nel mezzo un giardin del labirinto
che par che da ogni fronde amore spiri;
quivi in grembo a la verde erba novella
giacerà il cavaliere e la donzella".

(Torquato Tasso, La Gerusalemme liberata, canto XIV, 76)

 


Il giardino come cammino di preghiera

 

chartres_nwIl labirinto è un cammino di preghiera compiuto a piedi. Siamo tutti in un viaggio in questa Vita e il labirinto è un modello di questo percorso. Si presenta molti giri intricati e complessi, ma vi è solo un modo per trovare la via d'uscita. Necessita l’intuizione, la creatività e l'immaginario. Non ci sono scelte su che strada prendere o decisioni effettuare o problemi risolvere. C'è solo un viaggio spirituale che bisogna proporsi di fare, e la comprensione del senso da raggiungere.

Il labirinto è una metafora per il centro del tuo io più profondo. Quando si cammina nel labirinto, si inizia un viaggio sacro in auto-comprensione, di consapevolezza. Ogni volta che si entra nel labirinto, inizi un viaggio nel cuore e nell'anima che dipenderà dall'atteggiamento interiore che hai entrando. Si può entrare in solitudine o come parte di un gruppo. Si può essere infelice o contento. Oppure sfinito o pieno di energia. Il modo in cui si entra influenzerà il vostro viaggio. Ma non importa come si entra, il viaggio stesso è di scoperta, di crescita e cambiamento. Si tratta di scrutare nella tua anima per vedere il cammino della tua Vita in un modo più chiaro. Non importa quale metodo si segua, le esperienze di Vita che incontri e le casualità, indugiando sul sentiero, ci avvicinano alla meta della nostra Vita.

 


I labirinti giardino delle erbe medicinali

labirinto4_nwCome si può osservare in un manoscritto nel lontano 10 ° secolo, le erbe venivano spesso usate nella Vita medievale per una notevole serie di necessità. E 'importante capire che questo era un momento in cui le convinzioni delle persone erano permeate da cosiddette superstizioni. Si pensava che creature come elfi e folletti fossero realmente esistenti, e che l'aria fosse piena di virtù invisibili del male contro cui dovevano essere applicati antidoti e rimedi. Oltre a tutto, gli stessi oggetti della natura s pensava avessero delle specifiche proprietà utilizzabili per questo scopo. Gli scritti dei antichi, in particolare, descrivono le erbe proprio per questo utilizzo oltre ad altre funzioni però secondarie, come ad esempio quelle mediche per il trattamento della malattia. Le Erbe erano mischiate, con birra, latte, o aceto, mentre molte delle pozioni sono state preparate con le erbe miste con il miele. Pomate erano prodotte con erbe e burro o olio. Queste preparazioni erano prescritte per disturbi comuni come sanguinamento dal naso, calvizie, scottaure, perdita di appetito, e morsi di serpente o di altri animali. Le piante erano anche utilizzate come amuleti, talismani o portafortuna contro le malattie o semplicemente le avversità. Si potevano appendere alla porta (di solito con lana di colore rosso), come protezione e per conservare la pace nella propria casa, nella cura della follia, per preservarsi dalla stanchezza durante il viaggio, o anche per proteggere i propri capi di bestiame. Questo uso sopravvive oggi in una certa misura, in particolare nel caso degli scongiuri e negli esorcismi contro i cosiddetti diavoli e spiriti maligni.
Ecco le istruzioni per l'incantesimo contro la febbre:

"L'uomo malato ... scamperai
..... se il viso gli coprirai
Con e foglie di cipressi......
ben sarete genuflessi
Che i grandi dèi il male posson levare
e lo spirito maligno da lui scacciare”
. . . . . .


Alcune volte, dovevano essere seguite delle istruzioni speciali, o delle specifiche cerimonie, per poter raccogliere le erbe. Ad esempio secondo queste istruzioni le piante dovevano essere estratte dalla terra all'alba, mentre ci si volgeva verso est, in silenzio, senza guardarsi alle spalle o al cuna parte di se stessi.


 

Il labirinto e la geomanzia

Il labirinto è una forma archetipica dello spazio sacro che è stato utilizzato in molte culture diverse negli ultimi 2000-3000 anni, anche se le sue radici sembrerebbero risalire molto prima. I labirinti sono stati anche raffigurati in disegni su tessuti e ceramica.
La sua forza risiede in gran parte nel andare avanti e indietro come movimento che sembra meglio riflettere la conformazione dell'essere umano della sua mente che forse ci incoraggia a connessioni da ricostituire fra entrambi i lati destro e sinistro del nostro cervello.7lab-aniA differenza di un normale labirinto che è un puzzle per il lato sinistro del cervello, il labirinto è uno strumento ideale per la parte destra del cervello che funziona in modo intuitivo e in modo creativo.
Se il tracciato è generalmente fatto di muri molto bassi, spesso non più di una linea tracciata sul terreno, allora si può sempre vedere dove si trova la meta. Anche se sappiamo che non possiamo fisicamente perdersi nello spazio, perdiamo però la traccia di dove siamo, diventando disorientati in modo che il nostro cervello temporaneamente confuso può distaccarsi dal modo ordinario di pensare, permettendoci di trovare quiete e, quindi, favorire una vista più profonda all'interno di noi stessi.

Il labirinto è una estensione che può portare la guarigione a molti livelli, tale da essere sato preso n considerazione in molti ospedali americani come una opportunità, per l'uso di pazienti, parenti, amici e medici.

La forma più comune ha sette circuiti, anche se tre, undici o addirittura quindici sono stati utilizzati in qualche realizzazione. Questo disegno è anche uno dei più facili da disegnare, inizia con uno schema molto semplice; guarda l'animazione sulla destra.

labirinto_costru

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Giugno 2010 22:54  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario