Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime Il miracoloso Sambuco

Il miracoloso Sambuco

E-mail Stampa PDF

erboristeria | Natura | Piante

Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 
Indice
Il miracoloso Sambuco
Farmacologia
Succo di Sambuco
Indicazioni curative
Tutte le pagine

Arbusto molto diffuso in Italia e Europa, prezioso per i suoi molteplici utilizzi terapeutici e magico per le leggende ad esso legate.

Sambuco nero

(Sambucus nigra) - Fam. Caprifoliaceae

Caratteristiche: è un arbusto alto fino a 7 m, con chioma globosa, espansa di colore verde intenso, con tronco sinuoso e ramificato, con corteccia fessurata e di colore grigio-brunastra. Fiorisce a primavera e i suoi fiori bianchi profumatissimi sono raccolti in grandi ombrelli. Al termine della fioritura che avviene ad agosto si formano delle bacche nero bluastre usate per preparare sciroppi e marmellate. Ricordarsi sempre che le bacche devono essere raccolte quando sono molto mature e cioè a fine agosto, altrimenti possono risultare lassative

Storia, mito, magia: il nome greco del sambuco “Actè” significava “nutrimento di Demetra”, evidentemente per l’utilizzo che veniva fatto delle sue bacche (nere per il Sambucus nigra, rosse per il Sambucus racemosa). Il significato latino del nome di questa pianta ha invece un’altra origine: da sambucus, che richiama la sambuca, una macchina da guerra triangolare (una sorta di ponte levatoio che veniva utilizzato durante gli assedi) – ancora in uso nel Medioevo.  La parola “sambuco” indicava anche un piccolo flauto, ancora oggi facilmente realizzabile con un ramoscello di questa pianta priva del midollo interno. In Bretagna, Danimarca, Russia e altri paesi, questa pianta veniva utilizzata per proteggere le case dai malefici; D’altra parte il sambuco poteva anche attirare i poteri maligni, per esempio se veniva bruciato dall’uomo. Il sambuco è un albero molto amato dalle fate e dalle luminose entità che abitano il magico mondo al di là del velo del visibile.

Il profumo dei fiori si diceva che portasse nell’Altromondo, e dormire sotto le sue fronte poteva voler dire non svegliarsi mai più: l’anima sarebbe stata rapita dalle creature fatate e non sarebbe più tornata ad abitare il corpo, abbandonato al sonno eterno. Il sambuco era considerato, quindi, una Porta di Morte, ma anche di rigenerazione e nutrimento, dato che ogni sua parte recava aiuto all’uomo contro malesseri e malattie, e le sue bacche erano fonte di cibo per gli antichi.


Farmacologia:

  • Costituenti : Ci sono numerosi studi biochimici e chimici dei principi attivi del Sambucus nigra. La corteccia contiene α-amyrenone, α-amyrin, betulino, acido oleanolico, beta-sitosterolo 12 , così come b nigrina, una lectina simile alla ricina, e alla tipologia di 2 altre proteine inattivanti i ribosomi (RIP) che sono meno tossiche per le cellule e gli animali 13 . I fiori / foglie contengono flavonoidi tra cui la quercetina (fino al 3%), rutina, iperoside 14 , e gli antociani 11 , così come oli essenziali (origine del caratteristico aroma di moscato di fiori di sambuco) 15 , mucillagini, tannini (3%), acidi organici, glucosidi (0,042% in percentuale), plastocianina 16 , e sambunigrina (0,042% in percentuale). Quantità elevate di phenylpropenoyl-L-amino acido ammidi-N sono stati trovati nei fiori di Sambucus nigra. 17
  • Il frutto di Sambucus nigra  contiene la proteina  agglutinina FIV o SNAIVf, che è omologa della proteina tipo inattivante il ribosoma (RIP) 18 , mentre la corteccia contiene nuovamente una proteina di tipo 2 RIP (SNLRP), costituito da una A-catena con attività sulla N-glicosidasi e un B-catena con azione sui legami normalmente presenti  sui carboidrati 19 20 . Due RIP supplementari sono stati individuati nei corteccia (SNAI e SNAI ') 19 , a dimostrazione della complessità del tipo 2 RIP delle lectine del S. nigra . La lectina isolata dalla corteccia è tetramerica con due subunità distinte ed è ricca di glutammina / acido glutammico, valina, leucina ecc. 21 Il frutto di Sambucus nigra.e una lectina di tipo 2 RIP di 10 aminoacidi più lungo della lectina della corteccia. 22 La RIP predetta con azione sulla N-glicosidasi è indicata per inibire la sintesi delle proteine nei conigli, ma non nelle piante. 5
  • La quercetina che è presente nel sambuco ha provato essere un potente inibitore della xantina ossidasi. 23 S. Nigra è stato dimostrato come legante, chelante dei metalli pesanti. 24
  • Saggi sperimentali : La lectina di S. Nigra è stato usata in molteplici saggi clinici sperimentali, per le sue proprietà di legante dei carboidrati e la sua capacità di far precipitare intensamente le glicoproteine  sialilato 25 , compreso l'uso di S. nigra  come sicuro agglutinante per identificare le donne incinte a rischio di parto pre-termine (rilevando fibronectina nelle secrezioni cervico-vaginali usando un test lectina immunoassorbente la glicoproteina) 26 ; 1. di identificare a livello dei reni le urine che formano calcoli (utilizzando-acetilneuraminico acido-calcio vincolante rapporti N) 27 ;
    2. di testare l'esame di carcinoma del colon-retto, esaminando i tassi di sialilazione della mucina colica (confrontando alfa-acido sialico legato 2,6 versus-antigene sialyl Tn) 28 ;
    3. di valutare la colite ulcerosa monitorando le differenze di sialilazione nei pazienti europei affetti da colite, rispetto agli asiatico 29 ;
    4. l'esame di un aumento di beta-galactoside alfa-sialyltransferase attività 2,6 (con l'individuazione dioxigenin-coniugato nigra S. agglutinine) 30 ;
    5. di valutare i livelli di SNA nelle donne con carcinoma mammario e ovarico 31 ;
    6. di identificare le cellule microgliali indicatrici della malattia di Alzheimer 32 ; La sialilazione in misura ridotta delle glicoproteine delle ghiandole nasali di pazienti con sinusite 33 ;
    7. il monitoraggio di elevati livelli di acido sialico nel siero che si associa a un aumento della mortalità cardiovascolare 34 ,
    8. e in grado di arricchire di cellule staminali i campioni in le cellule T nel midollo osseo sono ridotte 35 .
  • Effetti anti-infiammatori : S. nigra è segnalato per modulare le citochine infiammatorie IL-1 e TNF-alpha 3 36 ; che producono l’aumento dei basofili umani secrezione di IL-4, IL-13, e dell’istamina 9 ; di alterare poi la funzione dei neutrofili umani 37 , e di inibire le citochine proinfiammatorie con il rilascio dei macrofagi e del fattore nucleare kB di trascrizione e del fosfatidilinositolo 3-chinasi 4 .
  • Effetti antiossidanti : le bacche di sambuco contengono flavonoidi (flavoni, flavonone, e i derivati isoflavone e antocianine), che sono accertati possedere attività antiossidante e di protezione contro i fattori di stress ossidazione, come il perossido di idrogeno, 2-amidinopropane, dicloridrato (AAPH), solfato ferroso, e acido ascorbico. 38 39 40 41
  • Effetti antiproliferativi : S. nigra agglutinina è stato segnalato per inibire la proteina del trasporto nucleare nelle cellule di neuroblastoma, suggerendo un significato funzionale di sialilazione. 42
  • Effetti antivirali : Sulla base di uno studio su animali da laboratorio, S. nigra può avere effetti antivirali attraverso l'inibizione del virus influenzale di tipo A e B e l'herpes simplex virus-1 43 , riducendo emoagglutinazione dei globuli rossi, e di inibire la replica di diversi ceppi di influenza A e B 6 . Esiste Un rapporto nel caso di donne HIV positive, di non prendere farmaci contro l'HIV, con un carico virale conosciuto si è avuto un calo da 17.000 a 4.000 dopo l'ingestione di Sambucol ® , con estratto di foglie di olivo. 8 La relazione ha inoltre incluso un placebo controllato, in doppio cieco di Sambucol associata ad un rapido recupero da influenza e inibito repliche di nove altri ceppi del virus influenzale di sambuco. 
  • Effetti diuretici : in uno studio sui ratti, si sono evidenziati effetti diuretici e la maggior escrezione di sodio che sono stati associati con l’uso di un estratto di S. nigra fiori. 7
  • Glucosio e metabolismo insulinico  In una ricerca In vitro  10 si confuta un precedente studio 44 , riguardante la stimolazione del metabolismo del glucosio in relazione all’aumento della secrezione di insulina dalle cellule beta.
  • Effetti sulla respirazione : Il prodotto Sinupret ® che è una combinazione a base di erbe, che contiene il Sambuco, è stato studiato per i suoi effetti sulla bronchite. Vi è una mancanza di attendibili testimonianze umane valutando il Sambuco in monoterapia come trattamento per la bronchite, tuttavia, e un meccanismo d'azione non chiaro.
  • Effetti vascolari : Il prodotto multi-ingrediente OptiBerry IH141 ha dimostrato di possedere proprietà antiaggregante attraverso l'inibizione di H 2 O 2 e TNF-alfa-indotta Vascular Endothelial Growth Factor. 1 In un altro studio, estratti di bacche di sambuco sono stati associati significativamente con alterata angiogenesi cutanea delle cellule endoteliali microvascolari umane. 2

Succo di Sambuco

  • Succo di Sambuco : Il succo di sambuco è un concentrato di fibre utile per perdere peso. Ottenuto per spremitura dalle bacche del Sambucus nigra, raccolte nel loro giusto tempo balsamico – quando sono in grado di cedere i migliori principi attivi –, il succo di sambuco contiene molteplici principi attivi: glucosidi, oli essenziali, flavonoidi, tannini, pectine (fibre idrosolubili molto efficaci per la riduzione del peso corporeo), acidi organici, oligoelementi minerali.
  • Usalo anche in caso di stipsi e sovrappeso
    Il succo di sambuco è particolarmente utile per chi vuole affrontare un trattamento depurativo e come coadiuvante nelle diete dimagranti, soprattutto in presenza di stitichezza, anche occasionale. Questa gradevole bevanda, infatti, grazie al suo contenuto di fibre e acidi organici, aiuta la regolarità intestinale, stimola il metabolismo dei grassi e svolge un’azione drenante e antitossine.
  • Perdere due centimetri di girovita
    Grazie al succo di sambuco che ci aiuta a limitare l’accumulo di grasso e a promuovere al meglio la circolazione infatica, favorendo il drenaggio dei liquidi in eccesso e delle scorie, puoi perdere fino a 3 chili di peso corporeo e a due centimetri di giro Vita, purché l’assunzione regolare per un mese del succo accompagni una dieta finalizzata alla riduzione del peso corporeo.
  • A digiuno è più efficace
    Per ottenere i migliori risultati, assumere due cucchiai di succo da 15 ml al giorno, da diluire in abbondante acqua minerale naturale o yogurt naturale, meglio se lontano dai pasti e assumendo il primo cucchiaio la mattina a digiuno.
  • Un rimedio antifame
    Lo sciroppo di fiori di sambuco, unito al succo (1 cucchiaino per 1 bicchiere), placa l’appetito, soprattutto quando la fame è di origine nervosa.
  • Sciroppo di fiori di Sambuco : Il sambuco fiorisce fra maggio e giugno.

Occorrono 15 fiori di sambuco per ogni litro d'acqua.
Li si mette a macerare per 7 giorni al sole in un vaso di vetro coperto da un telo (o comunque da qualcosa che faccia passare l'aria). insieme ai fiori si mette anche un limone tagliato a metà e spremuto. Di un altro limone si mette solo il succo.
E' importante che ci sia molto sole.

Trascorsi i 7 giorni filtrare e aggiungere miele (o zucchero): 1 Kg per ogni litro di succo, e aggiungere anche altri 5 limoni spremuti (solo il succo).

Si conserva in frigo se non si vuole che fermenti oppure in cantina, nel qual caso fermenta e diventa come uno spumante.

Si beve diluito con acqua, o puro nella macedonia.

Verso gli ultimi giorni della prima settimana odorarlo. Se l'odore è gradevole, di fiori, va bene, altrimenti vuol dire che la fermentazione è andata troppo oltre e non va bene.

Ricetta fornita da Felice di Palombara di Castel san Pietro.

  • Altra bevanda rinfrescante ai fiori di sambuco :

Occorrente
8 lt. acqua
20 infiorescenze
2 limoni affettati
1 bicchiere di aceto
1 manciata di riso integrale
1 kg di zucchero

Esecuzione
Mescolate il tutto e lasciare al sole per 4/5 giorni, mescolando 2 o 3 volte al dì.
Filtrate e imbottigliate in bottiglie con tappo a corona.
Sterilizzate per circa 15/20 minuti.


Indicazioni curative

(in caso di allergie consultare sempre il medico)

Cataplasma per lenire gli ascessi: sminuzzare e pestare foglie fresche e fiori di sambuco e aggiungere del sale al composto. Applicare una piccola quantità direttamente sull’ascesso.

Infuso per abbassare la febbre: in un litro di acqua bollente lasciare in infusione 40 g di fiori di sambuco, per 10 minuti. Addolcire con un po’ di zucchero o miele, a seconda dei gusti, e bere caldo. Questo infuso provoca la sudorazione e abbassa, così, la febbre.

Cura per i geloni: lasciare in infusione 30 g di fiori di sambuco in un litro di acqua bollente per 10 minuti. Lasciar raffreddare un poco e immergere le dita o tutte le mani nel liquido caldo, per diversi minuti.

Decotto contro la stitichezza: porre 80 g di bacche mature di sambuco in un litro d’acqua fredda e portare il tutto ad ebollizione. Lasciar bollire per 3 minuti e spegnere il fuoco. Consumare mezzo bicchierino di questo Decotto prima di andare a letto.

Acqua di sambuco per occhi irritati o arrossati: lasciare in infusione in un litro di acqua bollente 50 g di fiori di sambuco per 15 minuti. Lasciar raffreddare e nel frattempo lavare accuratamente gli occhi con acqua fresca. Imbevere due compresse (panno o cotone) nel preparato e porre su ciascun occhio per 15 minuti. L’acqua di sambuco è anche utile per lenire le bruciature e come tonico per la pelle.

 

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Settembre 2012 11:02  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario