Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime La cura delle ciliegie

La cura delle ciliegie

E-mail Stampa PDF

Alimenti | malattie | umori

Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
Indice
La cura delle ciliegie
Trattamento naturale di artrite e gotta
Ciliegie, antociani e ricerca scientifica
Ricette con le ciliegie
Tutte le pagine

Il consumo quotidiano di ciliegie può effettivamente ridurre il dolore e l'infiammazione causata da artrite e gotta.

La storia

L'origine della pianta del ciliegio probabilmente è nell'Asia del Nord-Est dove le ciliegie si coltivano in numerose regioni sin dall'epoca preistorica, anche se è difficile decretare con certezza il paese di origine della pianta del ciliegio.
In Italia, invece, sembra che la pianta di ciliegio venne portata dall'Oriente dal grande generale Lucullo, che la piantò nel giardino della sua villa. Oggi le ciliegie vengono coltivate principalmente in Europa, America, Australia e Asia. L'Italia è produttrice di ciliegie a livello mondiale ed alcune varietà di ciliegie maturano a fine maggio, altre invece iniziano a fine giugno e si trovano fino al mese di luglio. Ne esistono diversi tipi, che variano a seconda della grandezza, dalle sfumature di rosso e arancio, dalla carnosità della polpa e naturalmente dal sapore più o meno dolce. 

 

Le Ciliegie, un buon depurativo e un potente anti-infiammatorio

 

Nella tradizione le ciliegie sono considerate un tonico e un rimimeralizzante per il loro elevato contenuto di zucchero, composto da glucosio e fruttosio in parti all'incirca uguali, e minerali. Sono ricche di potassio e contiengon anche calcio, fosforo e sodio.

La ciliegia aiuta a rilassarsi

Essa procura un effetto rilassante sul sistema nervoso, ma consente anche una migliore concentrazione. Questa peculiarità è dovuta al suo odore. Uno studio di Chicago dal Dr. Dr. Alan Hirsch ha dimostrato che le persone sottoposte al profumo di ciliegia sono più produttive del 15%. La ragione è che la ciliegia stimola la regione del cervello responsabile dell'attenzione, e quindi fa aumentare l'efficacia del lavoro svolto.

La ciliegia è amica del fegato ed è diuretica

La ciliegia è anche un regolatore del fegato e dello stomaco. La presenza di sorbitolo nei suoi zuccheri, dà un lieve effetto lassativo. È inoltre rinfrescante e tonificante.

La ciliegia è un potente anti-infiammatorio

L'azione diuretica la rende particolarmente utile per le persone che soffrono di artrite e gotta. Tanto più che si è recentemente scoperto che le ciliegie contengono elevate quantità di antociani, un antiossidante con potenti anti-infiammatori.
Secondo una ricerca condotta presso la University of Michigan, le ciliege sono 10 volte più efficace dell'aspirina per ridurre l'infiammazione dei tessuti che causano mal di testa .

La ciliegia è un'arma contro il cancro?

Questo piccolo frutto rosso contiene anche una sostanza complessa chiamata alcol périllile che sarebbe un prezioso alimento terapeutico. Secondo il Dr. Michael Gould, professore di oncologia umana, l’ alcol périllile, che appartiene a un gruppo di sostanze complesso chiamato monoterpeni, sembra molto promettente nel trattamento del cancro al seno, polmone, fegato, stomaco e della pelle. I ricercatori ritengono che la ciliegia, consumata come parte di una alimentazione sana e diversificata, può contribuire ad aiutare l'organismo a combattere contro il cancro.

La ciliegia per la perdita di peso

La ciliegia è una buona fonte di pectina, una fibra solubile che si dissolve nel corpo e forma nell’ambiente intestinale di gel viscoso. Si lega alle sostanze nocive e impedisce loro di essere assorbite nel corpo.
Le molecole di grasso intrappolate nel gel non possono così entrare nel flusso sanguigno. Quando la pectina si dissolve nello stomaco, si espande e occupando più spazio dà un senso di sazietà, rallenta l'assorbimento di zuccheri e toglie la fame. Mangiare frutta ricca di pectina favorisce la perdita di peso e la salute cardiovascolare.

La ciliegia è ricca di vitamine e ormoni

La ciliegia contiene una buona quantità di vitamina C, vitamine A ed E, che sono note per essere efficaci nel prevenire alcuni tumori.

La ciliegia è anche ricca di melatonina, un ormone che aiuta a regolare il ciclo sonno. Le persone con insonnia farebbero bene a consumare qualche ciliegia una o due ore prima di coricarsi.

Godetevi l'estate a fate una cura di ciliegie per un paio di giorni; è un buon modo per stimolare gli organi emuntori, le funzioni del corpo, questa disintossicazione può contribuire a ripristinare l'equilibrio acido-base.

COMPOSIZIONE E VALORE ENERGETICO DELLA CILIEGIA

Per 100 gr. di prodotto:

 

Parte edibile

86 %

 

Sodio

3 mg

Acqua

86,2 g

 

Potassio

229 mg

Proteine

0,8 g

 

Ferro

0,6 mg

Lipidi

0.1 g

 

Calcio

30 mg

Glucidi disponibili

9 g

 

Fosforo

18 mg

Fibra alimentare

1,3 g

 

Niacina

0,5 mg

Energia

38kcal

 

Vitamina C

11 mg

Fonte: Istituto Nazionale della Nutrizione


Inoltre:

• l'acido malico e numerose altre sostanze, nonché la grande presenza d'acqua, svolgono un'importante azione diuretica e antiedematogena, rendendolo un ottimo alimento per ridurre l'ipertensione arteriosa; 
• forniscono una grande quantità di potassio, soprattutto quelle più dolci rispetto a quelle acide, che contribuisce al tenore energetico e all'equilibrio cellulare; 
• i polifenoli e la vitamina PP aumentano la resistenza dei capillari
• l'elevato contenuto di fibre le rende ottime alleate nelle diete dimagranti e per la cura della stipsi.


Attenzione, la ciliegia è ricca di zuccheri (22 di indice glicemico, quindi basso), non è raccomandato per i diabetici (soprattutto al di fuori dei pasti) comunque tollerato.
In erboristeria, la ciliegia è utilizzata principalmente come drenante, depurante e diuretica. Ripulisce tutto il corpo eliminando le tossine accumulate anche da lungo tempo.
Le ciliegie favoriscono la prevenzione e l’eliminazione della litiasi renale, l’infiammazione delle vie urinarie e sono quindi particolarmente opportune per chi soffre di calcoli renali, gotta e reumatismi.
Si possono lasciare un pugno di ciliegie in macerazione in un litro d'acqua durante la notte. Il giorno dopo, far bollire 4 minuti. Lasciare riposare 10 minuti dopo aver spento il fuoco e quindi filtrare. Si può bere questo litro di infusione durante il giorno (mantenere al fresco).

 



Ultimo aggiornamento Domenica 24 Luglio 2011 21:09  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario