Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime Sui Miracoli - Il miracolo dell’Omeopatia

Sui Miracoli - Il miracolo dell’Omeopatia

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Indice
Sui Miracoli
Piante e miti
La medicina templare
La tradizione Alchemica
La medicina sacra
Lo sciamanesimo
Il miracolo dell’Omeopatia
Tutte le pagine

Il miracolo dell’Omeopatia

 

homoeopathyLa possibilità dei farmaci omeopatici ad essere efficaci, senza contenere la quantità di sostanza necessaria per produrre effetti fisiologici, sembrerebbe impossibile a prima vista. Molti medici allopatici, irridendo alla teorica inefficacia dei trattamenti con dosi così basse, usano il termine "dosi omeopatiche", riferendosi per gioco a somministrazione di medicinali convenzionali in dosi inadeguate ad ottenere i "necessari" effetti.

La sfiducia dei medici verso rimedi a concentrazione infinitesimale, è basata sulla forte credenza nei principi convenzionali della terapia farmacologica e della farmacodinamica. Le osservazioni di Hahnemann non coincidono con i principi newtoniani di azione e reazione, che sono alla base del pensiero medico corrente. Secondo il ragionamento farmacocinetico, effetti fisiologici misurabili e riproducibili corrispondono solo a considerevoli dosaggi di farmaci. I medici tradizionali hanno imparato che, affinché un farmaco abbia effetti terapeutici sui recettori cellulari, deve essere somministrato in dosi adeguate per mostrare la sua presenza nel sangue.

E' possibile che una sostanza in concentrazione non misurabile, che sembra non esserci produca degli effetti sul corpo fisico? Gli omeopati credono che le microdosi interagiscano con i corpi di energia sottile (vitale) che sono interconnessi alla struttura cellulare del corpo fisico. Come questo sia possibile non è ancora chiaro neppure ad alcuni omeopati. ma...

 

hahnemann-samuelEffetto di suggestione e credulità, risponde altezzosamente

lo scientista “cacciatore di maghi e ciarlatani”; suo malgrado con questa

parolina “suggestione”, egli apre incautamente la porta ad una domanda maliziosa.

Tu che dici che ogni funzione biologica deriva unicamente dalle reazioni chimiche

delle molecole, per negare il possibile effetto dell’acqua fresca omeopatica

che è pur sempre materia – ammetti che un processo biologico possa originarsi...

dal nulla; quale è infatti la molecola della suggestione?

 

Dice Hahnemann:
«Solo al vecchio medico il quale, dopo molti anni di misfatti, si sia alla fine intimamente convinto della perniciosità della sua cosiddetta arte, e che allora tratta anche le malattie più difficili con solo sciroppo di fragole misto ad acqua di piantaggine (cioè con niente), peggiorano e muoiono meno (ammalati) … Quest'arte della non-salute... da lunga serie di secoli siede salda, come murata nel privilegio e nel potere, tale da disporre a suo parere ed arbitrio della Vita e morte dei malati, e da allora ha abbreviato la Vita a un numero di persone dieci volte maggiore che non abbiano fatto le guerre più disastrose, e ha reso molti milioni di malati più malandati e disgraziati di prima».

 

vitale_tn(Non vi è vecchiaia,
lo spirito sano infatti non la conosce,
e la cosiddetta morte è soltanto un sonno
desiderato come la terra da un frutto maturo, non marcio). Vuoi guarire?
Allora chiamiamo Vita tutto questo,
chiamiamolo verità. Qual’è la via?
Un medico ha scritto della Forza Vitale,
forza del Principio vitale che è anche in te,
forza spirituale, principio spirituale
(non materiale, non quantificabile),
forza del corpo che senza di essa si scompone,

e la conosciamo che c’è soltanto dal farsi essa sentire,
dal vederne noi gli effetti. Non è l’intelligenza,
neanche è la memoria; è istintiva
(in altri modi dev’esser quella di piante e animali).
Ma si può ammalare, allora sei infelice;
anzi si ammala, e perciò sei malato
anche tu. Un’altra forza, nemica, l’ha contagiata,
avvilita, agitata, fin dal principio.
Ma può guarire. Il Creatore della Vita
ha disposto il mezzo, e Hahnemann (quel medico) lo ha trovato…

Vuoi guarire?
Parlerai allora agli animali, alle piante, a le stelle,
ti sentirai colmo, come per dono, meravigliosamente;
ti prenderanno se lo dici magari per esaltato,
non ci crederanno, non ci vogliono credere:
sono troppo pigri, troppo interessati
al «lì per lì)), ad una soddisfazione
(la danno anche i funghi velenosi)
superficiale perché poi lascia peggio,
e dicono magari che gli basta...
Sono ancora come eri anche tu.

Lo Spirito invece (e l’Omeopatia secondo la quale Egli agisce) mano_tn
è verità: ti fa sentire ciò che sei,
quello che avviene in te (il che non puoi avvertire se imbonito
dai perniciosi medicinali).
Ti fa sentire te stesso in mano a te stesso,
attore della tua Vita anche fisica.
Agli altri, poi vorrai tornare
per portarli con te... Così hanno fatto
altri spiriti grandi, per amore vero,
un po’ come quel gabbiano...
Dì, vuoi guarire?

E adesso, se ti piace studiare: Questa Forza Vitale del Principio Vitale,
questa Forza Vitale che è in noi stessi che cosa è?()

…. Un MIRACOLO?

F. Meconi da “Forza vitale e Omeopatia”: viaggio nel mistero della Vita; Fratelli Palombi editori. Roma 1987.




Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Novembre 2010 10:31  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario