Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime Sui Miracoli - La medicina sacra

Sui Miracoli - La medicina sacra

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Indice
Sui Miracoli
Piante e miti
La medicina templare
La tradizione Alchemica
La medicina sacra
Lo sciamanesimo
Il miracolo dell’Omeopatia
Tutte le pagine

La medicina sacra

Come ha ben colto E. Zolla, nel suo libro Uscite dal Mondo, c'è uno stato Ottimo dell'uomo, quando egli si sente sostenuto da una sottile energia che lo contiene e che nel contempo gli si diffonde tutt'attorno. L'uomo in tale stato è in forma, simile a una pianta monastero_tncolma di linfa, in crescita, felice (che vuol dire fertile). Il concetto antico di malattia fa riferimento alla perdita di questo stato ottimo, che avviene quando la circolazione d'energia fra il sé e il mondo si altera. Nascono allora la separazione, il dolore, la malattia, la morte. L'arte medica interviene per riunire e collegare l'Essere all'Energia Universale. Nella Tradizione Egiziana la medicina ha come criterio fondamentale la volontà di mantenere il corpo umano in armonia con il Cosmo, in modo che serva da ricettacolo alle forze vitali che hanno costituito l'Universo. Chi è colpito da una malattia, da un dolore, è preda di una forza negativa, di una divinità ostile. Il medico mago deve curare la causa e non l'effetto e, quindi, combattere questa potenza irrazionale che perturba l'organismo. Ma questo non comporta alcun principio morale. Il dio guaritore non è buono, cosi come il dio aggressore non è cattivo: essi sono semplici espressioni della forza creatrice. E l'essere umano che reagisce in modo armonico o disarmonico a ciò che lo circonda; è lui che accoglie e manipola bene o male le divinità che governano la sua esistenza. Primo dovere del medico è quello di ricongiungere il destino del malato a quello dell'Universo. Guarire è arte quanto scienza. Quest'arte ha origine divina e necessita di una stretta collaborazione fra il medico e il suo paziente; la sola tecnica, i soli farmaci, le varie operazioni non funzionano se la volontà di scongiurare il male non viene anche dal cuore e dal corpo del malato. La formula magica aiuta a concretizzare l'azione congiunta del paziente e del medico. Le ricette Egizie fanno riferimento a tecniche esterne, a medicamenti da prendersi per via orale, all'alimentazione. Fra le tecniche esterne vi sono il massaggio, la digitopressione, le fasciature, i cataplasmi, i bagni e i moskha (piccoli cubetti di argilla riscaldati al fuoco e poi impregnati di varie sostanze, da applicare su determinati punti del corpo). Le piante magiche sono la protezione della Vita inviata dagli dei del cielo sulla terra.

 



Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Novembre 2010 10:31  

Aggiungi commento

Ti ringraziamo per il commento che stai per lasciare.
Il tuo prezioso commento potrà essere pubblicato solo dopo l'approvazione del moderatore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi Commenti

  • Il rooibos, the rosso
    Il Rooiboss è una grande opportunità per la dieta occidentale, riguardo alla Mel...
    31/08/12 10:34
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Per uso alimentare si usa come il the a senconda del gradimento come colazione e...
    31/08/12 10:30
    di Maurizio
  • Il rooibos, the rosso
    Tutto bene ... ma ... como devo prenderlo? Quantita e volte al giorno?
    31/07/12 14:12
    di Yomisma

Sommario Erbario

  Erbario