Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Lezioni Erboristeria Fitoterapia e Carattere Terza lezione: Prana - Respirare bene per sentirsi bene

Terza lezione: Prana - Respirare bene per sentirsi bene

E-mail Stampa PDF

corso | essenza | profumo

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Indice
Terza lezione: Prana
La somma di tutte le energie
I cinque prana
Pranayama è respirazione
La meditazione
Respirare bene per sentirsi bene
Prana ed olfatto
TEST DI SINESTESIA
Tutte le pagine

 

Respirare bene per sentirsi bene

 

Tutti ormai riconoscono l’importanza di un’alimentazione sana e senza eccessi, per mantenere l’organismo efficiente ed in buona salute. Tuttavia, possiamo restare senza cibo o acqua per giorni, ma se non respiriamo moriremo in pochi minuti. Il respiro è vita, ma la maggior parte delle persone non ne riconosce l’importanza. L’esistenza innaturale che conduciamo, ha fatto sì che abbiamo dimenticato come si respira bene: spesso respiriamo attraverso la bocca, disordinatamente e superficialmente, accumulando una gran quantità d’aria viziata nei polmoni.

 

La principale necessità è respirare correttamente, favorendo così l’ossigenazione del sangue e dei tessuti, vale a dire:

 

1.      col naso, in modo che l’aria sia riscaldata e filtrata dalle impurità e soprattutto perché, secondo la fisiologia yoga, le ghiandole olfattive hanno l’importante compito di assorbire dall’aria la massima quantità di prana, l’energia vitale;

 

2.      secondo un ritmo lento e regolare, coinvolgendo ogni parte dei polmoni;

 

3.      ponendo l’accento sulla fase espiratoria, perché quanta più aria viziata si espira, tanta più aria fresca si può inspirare;

 

4.      ristabilendo la flessibilità e la mobilità del diaframma; si tonificano così gli organi addominali e si liberano i blocchi emotivi.  


Inoltre, la pratica dell’Hatha Yoga prevede numerose tecniche che favoriscono la pulizia di narici, lingua e polmoni (particolarmente utili a chi respira l’aria inquinata delle città) e mantengono l’elasticità del tessuto polmonare.

E’ necessario prendere coscienza del respiro per poterlo poi controllare consapevolmente; ci accorgeremo così che respiro e mente sono intimamente connessi. Infatti, quando siamo in collera o abbiamo paura, il respiro diventa rapido e superficiale, mentre se siamo rilassati o concentrati, il respiro diventa più lento e profondo. Così come lo stato della mente si riflette sul respiro, il controllo deliberato del respiro ci consente di condizionare in senso positivo la mente e le emozioni.



Ultimo aggiornamento Domenica 21 Novembre 2010 20:45  

escort bayan muğla aydın escort bayan escort bayan anakkale balıkesir escort bayan escort tekirdağ bayan escort bayan gebze escort bayan mersin buca escort bayan edirne escort bayan