Erba TiSana

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Ultime Aumento della radioattività negli alimenti - ALCUNI CONCETTI CHIARI

Aumento della radioattività negli alimenti - ALCUNI CONCETTI CHIARI

E-mail Stampa PDF

Acqua | Alimenti | radioattività

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Indice
Aumento della radioattività negli alimenti
COSA FARE?
ALCUNI CONCETTI CHIARI
Tutte le pagine

Alcuni chiari concetti:


  1. Il danno da particelle radioattive può essere assai grave anche in presenza di piccole quantità di queste, per l’effetto domino del distacco elettronico dalle orbite elementari.

  2. Si crea un danno più evidente a livello proteico con degenerazione tissutale, nei casi in cui il corpo sia investito da una forte dose di radiazioni.

  3. Si crea un danno meno immediato, più subdolo ed a lungo termine anche con piccole dosi, poiché si induce la formazione progressiva di pericolosi radicali liberi nel corpo.

ACE_PLUSRimando al testo di Medicina Mitocondriale per lo studio dei radicali liberi, la loro classificazione ed i loro effetti specifici. Anche da subito è tuttavia importante precisare che l’immissione anomala di elettroni e ioni liberi nei tessuti andrà ad interferire con la funzione mitocondriale. Non a caso paragonai il mitocondrio con una centrale atomica della cellula. In questo corpuscolo viaggiano, ordinatamente, fiumi di elettroni, tuttavia la possibilità di formazione di radicali liberi a questo livello è molto elevata. La somministrazione di anti ossidanti è essenziale quindi per proteggere mitocondrio e tessuti da tali pericolose sostanze. La protezione del mitocondrio è essenziale, è l’organulo più esposto alla enorme energia degli isotopi radioattivi. Il mitocondrio danneggiato dagli elettroni impazziti, si altera, degenera e muore. La cellula non più rifornita di energia , non riesce a funzionare secondo le sue peculiari caratteristiche di cellula specializzata. Non può fare altro che regredire a cellula meno differenziata. La caratteristica però della cellula indifferenziata è quella di avere attitudine prettamente proliferativa (mutagenesi). Una, due, mille cellule, sollecitate dall’energia radioattiva, si trasformano in cellule neoplastiche, nel giro di qualche anno si manifesterà un cancro.

Cosa fare? Ad oggi vorrei dare alcuni consigli di massima, da approfondire in successive indicazioni. Certamente non è sufficiente assumere Ioduro di Potassio, andremmo solo a saturare-proteggere la tiroide.

E’ quindi importante:

  1. Assumere giornalmente un buon mix di sostanze anti ossidanti, con particolare attenzione alle vitamine liposolubili. (ACE PLUS della ditta Dr. Giorgini) a mio avviso da le maggiori garanzie di qualità in questo campo.)

  2. Attivare il ciclo di Krebs con prodotti omotossicologici quali Coenzyme compositum, NeoZym

  3. Raffreddare il nostro reattore mitocondriale con prodotti a base di Deuterio e Zeolite quali GERMO COMPLEX, PANACEO.

  4. Integrare la dieta con aminoacidi sulforati ( Cisteina, Taurina, Metionina ) che stimolano le depurazioni tissutali

  5. Utilizzare largamente l’aminoacido Glicina che protegge dalle radiazioni gamma.

  6. Utilizzare largamente la curcuma, che attiva la sintesi di anti radicali liberi a  livello mitocondriale

  7. Utilizzare largamente Eleuterococco, pianta che stimola la resistenza non specifica alle radiazioni

  8. Utilizzare la Withania somnifera, pianta anti infiammatoria utile per proteggere dalle radiazioni

Consiglio di consultare per ulteriori informazioni i mie testi e tra questi in particolare:

L'Erboristeria l'Erba Ti Sana appoggia il referendum abrogativi del 2011 si terranno in Italia il 12 e 13 giugno 2011 ragioniamo con la nostra testa per un futuro migliore per tutti...




Ultimo aggiornamento Domenica 25 Ottobre 2015 14:15  

escort bayan muğla aydın escort bayan escort bayan anakkale balıkesir escort bayan escort tekirdağ bayan escort bayan gebze escort bayan mersin buca escort bayan edirne escort bayan